Grecia: Comunicato dell’Assemblea di Solidarietà per il prigioniero anarchico Konstantinos Yigtzoglou (11/2011) [it]

Nella mattina di 28 ottobre 2017, il compagno Konstantinos ‘Dinos’ Yigtzoglou è stato arrestato dalla polizia anti-terrorismo. L’ordine d’arresto, emanato dal P.M. Speciale E. Nikopoulos, si basava su accuse di appartenenza ad una organizzazione terroristica e di tentato omicidio per l’attacco con lettera-bomba contro l’ex premier Papadimos. Le accuse si basano su un misto di materiale genetico che sarebbe stato raccolto e archiviato da oggetti a seguito di scontri con le forze dell’ordine durante una manifestazione nel 2011, nella quale il compagno fu arrestato. Questo misto, che sarebbe connesso all’attacco esplosivo, sarebbe stato trovato dalla polizia nei resti della lettera-bomba, assieme al DNA di Papadimos. Le accuse contro il compagno, combinate con il materiale che sarebbe stato trovato nel suo possesso durante l’arresto, hanno portato al procedimento penale in base alla “anti-terrorismo” (187A).

...

Grecia: Solidarietà con prigioniero anarchico di guerra Konstantinos Yigtzoglou (11/2017) [it]

[Resoconto elaborato da Sin Banderas Ni Fronteras con fonti da stampa e contro-informazione]


Mercoledì 1/11, il compagno Konstantinos Yigtzoglou è stato portato in aula del tribunale dove il P.M. e il giudice speciale per questioni di terrorismo hanno ordinato la sua custodia cautelare.

Konstantinos [Dinos] affronta accuse legate all’attacco con lettera-bomba contro l’ex premier greco Lucas Papademos, come anche altre accuse per pacchi esplosivi trovati nel centro di smistamento delle Poste, e inoltre per l’infame articolo 187A, di partecipazione in organizzazione criminale, per la sua presunta appartenenza alla Cospirazione delle Cellule di Fuoco, gruppo che ha rivendicato l’invio di uno dei pacchi esplosivi.

...

Atene [Grecia]: Solidarietà con il compagno arrestato Kostantino G. (10/2017) [it]

Secondo le notizie via Athen IMC, compagno Kostantino G. è stato arrestato ed è sospettato dalle forze di sicurezza di essere coinvolto nell’attacco con lettera-bomba contro il tecnocrate, ex premier e funzionario di FMI, Loukas Papadimos, accaduto nel maggio 2017. L’attacco aveva comportato pesanti ferite a Papadimos, e ferito altre due persone che lo accompagnavano in macchina. Papadimos rimase in ospedale per un mese.

Il compagno arrestato è stato ferito alla gamba sabato mattina durante il suo violento sequestro da parte dell’unità anti-terrorismo. A quanto pare, Kostantino sarà accusato di molti reati. Oggi sarà portato di fronte al giudice istruttore, dove ci sarà un presidio solidale, al tribunale.

...