Besançon [Francia]: Sere di luna piena… e baccano notturno [it]

Sere di luna piena, inizi di aprile. Quartiere Battant.

Dei lupi mannari sono usciti per azzannare il dominio, che non smette di estendersi ad ogni angolo di strada.

In alto della rue de la Madeleine, i vetri degli uffici della SAIMB, società immobiliare la cui direttrice non è altri che Danièle Poissenot (incaricata della sicurezza urbana in Comune), cedono sotto il peso dei sampietrini. Poco più di un anno fa, questa azienda aveva chiesto lo sgombero di un locale occupato da alcuni migranti e dai loro solidali, in rue des Arènes.

...

In solidarietà con i/le compagni/e catturati in Italia! [it]

Contro ogni autorità e repressione!

A Torino e Trento: 14 persone sono accusate di associazione sovversiva, istigazione al crimine, possesso, produzione e trasporto di esplosivi in un luogo pubblico. Inoltre, è ancora in corso l’operazione “Scripta Manent”, dove la procura richiede un totale di 204 anni di carcere per gli attacchi della Federazione Anarchica Informale, e l’operazione “Panico”, dove 3 compagni sono accusati di aver attaccato una biblioteca fascista con un ordigno esplosivo.

Coloro che hanno deciso di opporsi a qualsiasi dominio nel conflitto sociale devono convivere con la costante incertezza di essere prima o poi ritenuti responsabili delle proprie azioni da parte dei nemici della libertà e dell’autodeterminazione. L’idea e il desiderio di una società liberata dallo sfruttamento e dall’oppressione andrebbero così stroncati sul nascere.

...

Grecia: Rilasciato compagno anarchico Panagiotis Argyrou [it]

Panagiotis Argyrou era stato arrestato il 1° novembre 2010, dopo un anno di vita in clandestinità durante la campagna delle Cospirazione delle Cellule di Fuoco per inviare pacchi-bomba ai leader europei, agli uffici delle istituzioni europee e alle ambasciate di paesi stranieri.

Lui ha immediatamente rivendicato la piena responsabilità politica per la sua partecipazione nella Cospirazione delle Cellule di Fuoco, ed è rimasto in carcere 8 anni e 5 mesi con condanne pesanti che avevano raggiunto un totale di 220 anni, prima del secondo grado (prima sentenza: Caso Halandri 37 anni, Caso Bombe 10 anni, Caso Progetto Fenice 21 anni, caso che includeva tutte le azioni della Cospirazione delle Cellule di Fuoco 23 anni, Caso Piano di fuga 115 anni, Caso Incendio dell’autobus cittadino 7 anni). Dopo aver scontato 1/2 e 1/3 della sua sentenza accorpata (25 anni), il compagno è stata rilasciato 8 aprile 2019.

...

Parigi [Francia] : Arancio come le fiamme (11/04/2019) [it]

Nella notte fra il 10 e l’11 aprile, abbiamo bruciato una macchina di Orange [grande impresa francese di telecomunicazioni, fisse e mobili, ex France Telecom, NdT.], in rue Planchat (20 arrondissement di Parigi).

Cellulari, ripetitori, onde elettromagnetiche, connessi di continuo, controllo sulle nostre vite, delle vite sempre più virtuali, vissute attraverso schermi di ogni sorta… basta!

Distruggiamo quello che ci avvelena e ci rincoglionisce !

Un pensiero per quelli/e che lottano contro nocività e controllo.

...

Italia: Davide Delogu trasferito dal carcere di Augusta a quello di Rossano Calabro [it]

Il compagno anarchico sardo Davide Delogu è stato trasferito dal carcere di Augusta (provincia di Siracusa, in Sicilia) a quello di Rossano Calabro (provincia di Cosenza, in Calabria). L’indirizzo cui poter spedire lettere, telegrammi, libri, ecc., è il seguente:

Davide Delogu
c/o Casa di Reclusione di Rossano Calabro
Strada Statale 106 Jonica n. 32
87067 Corigliano-Rossano (Cosenza)

Dal giorno 11.03.2019 e nel corso del mese di marzo il compagno era in sciopero della fame perché la nuova direttrice del carcere di Augusta (Angela Lantieri) appena arrivata aveva da subito revocato il permesso di colloquio che Davide fa con una compagna sarda (unico colloquio che attualmente ha possibilità di fare). Inoltre aveva accompagnato lo sciopero con mancati rientri in cella varibili tra i 30 e i 60 minuti e battiture quotidiane in cella.

...

Genova [Italia]: Attaccati mezzi di Poste italiane (11/04/2019) [it]

“Molti dei nostri sono morti, ma voi non avete potuto distruggere l’anarchia.
Le sue radici sono troppo profonde,
essa è nata nel seno di una società putrescente e che si sfascia,
essa è una reazione violenta contro l’ordine stabilito,
essa rappresenta le aspirazioni di libertà e di uguaglianza
che vengono a battere in breccia l’autoritarismo.
Essa è ovunque, il che la rende indomabile,
e quindi finirà per vincervi e uccidervi.”
Ravachol

Governi di ieri e di oggi si sono succeduti nelle politiche neocolonialiste ed assassine del neoliberismo. Parlando di accoglienza o alimentando xenofobia e razzismo i paesi europei e tutti i governi occidentali a capitalismo avanzato hanno promosso e finanziato guerre o creato destabilizzazioni sociali dove conveniente al conservare interessi dei commerci di petrolio, armi e minerali. Le conseguenze di queste politiche di morte sono oggi gestite col pugno di ferro con la chiusura delle frontiere, dei porti e con deportazioni, omicidi in mare e catture ai confini.

...

Roma [Italia]: Compleanno Bencivenga Occupato 15 (24, 25, 26/05/2019) Benefit prigionierx anarchicx [it]

r-i-roma-italia-compleanno-bencivenga-occupato-15-1.jpg

Seguirà programma delle giornate

Capo di Ponte (BS) [Italia]: Tre giornate contro le tecno-scienze 26-27-28 Luglio 2019 [it]

c-d-capo-di-ponte-bs-italia-tre-giornata-contro-le-1.jpg

A breve il programma


Oggi più che mai sentiamo la necessità di organizzare un incontro coinvolgendo compagni e compagne di diversi paesi già impegnati/e in una critica e in percorsi di opposizione agli sviluppi delle tecno-scienze. Un importante momento per scambiare e condividere analisi, riflessioni ed esperienze, per rafforzare la critica e affinare ancora di più il proprio pensiero nel confronto con altri gruppi e individualità che portano avanti da tempo percorsi di opposizione agli sviluppi delle tecno-scienze.

...

Repubblica Ceca: Cos’è l’operazione Fenix II? [it]

Le prime accuse sono arrivate nell’aprile 2015: cominciava così la prima parte dell’operazione Fenix. Nel marzo 2018, la Corte suprema di Praga ha lasciato cadere tutte la accuse contro tutte le persone coinvolte in questo caso. Nel frattempo, è cominciata la seconda parte di Fenix. Questo testo spiega di cosa si tratta.


Dalla prima alla seconda parte

Quando la polizia ha lanciato l’operazione Fenix, alcuni media hanno annunciato che la SRB (Rete di Cellule Rivoluzionarie) era stata dispersa. Ciononostante, i sabotaggi e gli attacchi incendiari sono continuati, il loro numero è aumentato. È presto diventato ovvio che sarebbe stato difficile associare gli accusati a queste azioni, così la polizia ha incominciato ad “investigare”.

...

Costantino e Pierleone
L’Anarchia in tribunale? [it]

La gran parte dei processi a carico dei compagni hanno finora avuto come base imputazioni specifiche: rapine, imbrattazioni di edifici o altro, occupazioni abusive, manifestazioni spontanee, resistenza e oltraggio, furtarelli…

I compagni hanno risposto, quasi sempre, mobilitandosi su due livelli in certo qual modo simpatetici e complementari: da un lato la denuncia degli obiettivi e metodi di polizia, carabinieri e magistratura; dall’altro l’utilizzo degli avvocati che sul piano strettamente tecnico riuscissero a dimostrare l’estraneità dei compagni ai “delitti” loro attribuiti, nonché la pretestuosità ed artefazione delle “prove” a loro carico. All’occasione non si è mancato di ricorrere anche al rito abbreviato, o ad argomentazioni concilianti ed umanitarie, facendo leva, ad esempio, sulla giovane età dei compagni, sulle particolari circostanze, sulle attenuanti del caso…

...

Ad Nihilo – nuovo sito anarchico in lingua francese [it]

Ad Nihilo è uno strumento di diffusione di testi anarchici di tendenze marginali all’interno del movimento anarchico.

Nichiliste, anticivilizzatrici, antinataliste, antispeciste, queer e individualiste, queste sono le tendenze alle quali daremo voce su questo blog in via di sviluppo.

adnihilo.noblogs.org


Alfredo Cospito
Quale internazionale? Intervista e dialogo dal carcere di Ferrara (1ª e 2ª parte) [it]

(English version: 325.nostate.net)


Il testo che segue sono le parti prima e seconda di “Quale internazionale? Intervista e dialogo con Alfredo Cospito dal carcere di Ferrara”, parti di un dibattito che alcuni compagni stanno intraprendendo con il compagno anarchico prigioniero Alfredo Cospito, pubblicate rispettivamente nei numeri 2 (autunno 2018) e 3 (inverno 2019) del giornale anarchico in lingua italiana “Vetriolo”. Complessivamente sono state elaborate otto domande, per la verità non proprio dei quesiti ma degli interventi, in qualche caso polemici, per discutere e dibattere con il compagno. Data la complessità e la vastità degli argomenti trattati tutto il testo non poteva e non può essere integralmente pubblicato sulle pagine di un solo numero del giornale. La pubblicazione dell’intervista/dialogo proseguirà, sempre suddivisa in parti, a partire dal prossimo numero e successivamente, quando verrà terminata la pubblicazione in “Vetriolo”, vi è l’intenzione di pubblicare integralmente tutte le domande e le risposte in un libretto o in un opuscolo. Nel frattempo, su richiesta di Alfredo, pubblichiamo anche tramite internet le parti prima e seconda, ovvero quelle fino ad ora uscite nel giornale e, con l’occasione, correggiamo dei refusi e degli errori di battitura presenti alle pagine 6 e 7 del numero 3, dei quali ci scusiamo con i lettori e che riportiamo anche qui di seguito.

...

Italia: Op. Panico - Aggiornamenti dall’udienza del 4 aprile e nuova calendarizzazione delle udienze [it]

All’udienza era presente Paska ed una decina di compagni. All’inizio Paska ha fatto una breve dichiarazione per mettere a conoscenza del fatto che gli sta venendo fotocopiata la corrispondenza nonostante non sia sottoposto a censura da parte dell’autorità giudiziaria. Per questo, vista la persistenza di una fastidiosa ulteriore sorveglianza nei suoi confronti, è rinnovata l’importanza di scrivergli per mostrare la nostra solidarietà per lui, e la nostra ostilità nei loro confronti. Successivamente ha deposto la digos in merito all’attribuzione di identità dei conversanti in alcune intercettazioni ambientali.

...

Italia: Aggiornamenti OP. Scripta Manent – Trasferita la compagna anarchica Anna Beniamino [it]

Trasferita la compagna anarchica Anna Beniamino dall’AS2 di Rebibbia all’Aquila:

C.C. de l’Aquila, Via Amiternina n.3, località Costarelle di Preturo, 67100 L’Aquila

Italia: Aggiornamenti OP. Renata – Trasferita la compagna anarchica Agnese Trentin [it]

Trasferita la compagna anarchica Agnese Trentin dall’AS2 di Rebibbia all’Aquila:

C.C. de l’Aquila, Via Amiternina n.3, località Costarelle di Preturo, 67100 L’Aquila

Buenos Aires [Argentina]: Incendiato veicolo di polizia (13/03/2019) [it]

Come ben dicono i compas in Francia, di auto ne bruciano ogni notte, ma questa volta è toccato ad una macchina di polizia della città di Buones Aires, che dormiva nell’ombra della via Teodoro Vilardebo al 1950, mercoledì 13 marzo, alle 2 di notte.

La polizia continua ad essere il bersaglio delle bombe che cercano la distruzione dello Stato.

Viva il Kaos.

Berlino [Germania]: Distrutte le vetrate della Humboldt Universität (28/03/2019) [it]

LA NOSTRA TEORIA: comunicazione mediante la PRATICA. Attacco 1

[PARTE 1]

In „L’autismo degli insorti” viene tematizzato da Alfredo Cospito tra le altre la domanda dell’educazione teorica mediante la scrittura delle rivendicazioni. Non è un fenomeno dell’ultimo periodo che nei testi si faccia riferimento ad altre azioni. Spesso si è scritto e si scrive, anche se in modo limitato, su aspetti più teorici che pratici. Il collegamento tra teoria e pratica è un problema che non ha perso di importanza negli anni e con il quale ci si ritrova a confrontarsi anche oggi. Perché allora non risolvere una volta per tutte l’apparente conflitto tra teoria e pratica? Perché non mettere in atto l’idea di portare all’estremo la comunicazione mediante azioni? Perché non trasmetter la teoria mediante testi e rivendicazioni legati ad una continua prassi? Ergo la teoria come prassi, per essere certi che a condurre la discussione sulla prassi siano coloro che la praticano e non alcuni intellettuali, mai stanchi di elaborare idee e proposte a cui non fa mai seguito un’azione.

...

Grecia: Usare le idee come prove – Il laboratorio della repressione dello Stato greco Intervista al prigioniero anarchico Nikos Romanos [it]

Dopo diversi tentativi falliti in tutta Europa per incastrare gli anarchici e gli altri anti-autoritari con accuse di cospirazione e terrorismo, lo stato greco è in prima linea nello sviluppo di nuove strategie legali per attaccare i movimenti sociali. L’articolo 187A del codice penale greco esiste dal 2004, ma l’anno scorso i funzionari greci l’hanno usato in modo nuovo contro Nikos Romanos e altri prigionieri anarchici, condannandoli e sentenziandoli a molti anni di reclusione sulla base di una nuova interpretazione dell’articolo. Indipendentemente dal fatto che questi verdetti siano rovesciati nelle corti superiori, i processi indicano un importante spostamento strategico nel monitoraggio di movimenti sociali in Grecia. Offrono un importante segnale di avvertimento sulle nuove forme che la repressione può assumere in tutto il mondo mentre il conflitto sociale si intensifica.

...

Italia: Iniziativa di solidarietà a anarchici e anarchiche dalla Russia all’Italia (29/03/2019) [it]

VENERDÌ 29 MARZO a IMOLA appuntamento dalle ORE 16 IN CENTRO SOTTO L’OROLOGIO (per chi viene in treno, basta uscire dalla stazione e andare avanti fino ad incrociare l’orologio) per un’approfondita chiacchierata sulla repressione di Stato contro anarchici e anarchiche. Dall’Italia alla Russia il “nemico interno” è rappresentato da tutti e tutte coloro che scelgono di opporsi al mondo del controllo di uno Stato di Polizia sempre più perfezionato.

STRINGIAMO RETI DI SOLIDARIETÀ E COMPLICITÀ ANCHE CON GLI ANARCHICI RUSSI ARRESTATI E TORTURATI NELL’AMBITO DELLA COSIDDETTA “OPERAZIONE NETWORK”! Gli Stati sottraggono compagni e compagne con la repressione, ma moltiplicano la rabbia! Hanno fatto male i calcoli!

...

Parigi [Francia]: Diffondere le RABBIA (26/03/2019) [it]

S. è in prigione da un anno. È accusato dell’incendio di diversi veicoli della Gendarmerie, a Limoges, il 18 settembre 2017, durante il processo Quai de Valmy.
Siamo fra quelle e quelli che non sono rimasti in silenzio di fronte a questa operazione repressiva. Oggi non abbandoneremo un compagno che si trova nelle mani dello Stato.

Come piccolo gesto di solidarietà verso di lui, la notte del 26 marzo abbiamo dato fuoco a due furgoni e una macchina del Comune di Parigi, in rue Corvisart (13° arrondissement).
Perché ogni struttura dello Stato deve essere distrutta, che si tratti di una caserma o di una scuola, una prigione o un Centro di sussidi alle famiglie, una centrale nucleare o un ospedale, una macchina degli sbirri o del Comune, per creare la possibilità della libertà per ciascuno/a.

...

Italia: Aggiornamenti Operazione “Panico” / “Scintilla” / “Renata” [it]

Aggiornamenti Operazione “Panico” – Paska trasferito nel carcere di Viterbo
Stamattina [22.03.2019] si è saputo che Paska, compagno anarchico attualmente imputato nel processo per la cosiddetta operazione “Panico” a Firenze, è stato trasferito dal carcere di La Spezia a quello di Viterbo. Non si sa se si tratta di un trasferimento in previsione di un medio-lungo periodo, non si conosce esattamente il motivo del trasferimento e non si sa se è ancora sotto regime di 14-bis. Seguiranno aggiornamenti. Per scrivere a Paska:

...

Argentina: Aggiornamento sulla situazione della prigioniera anarchica Anahi Salcedo [it]

Anahi Salcedo si trova rinchiusa nel carcere di Ezeiza dal 10 gennaio, in custodia cautelare, accusata di attacco esplosivo contro la tomba del famigerato torturatore genocia, il commissario Ramón Falcón, capo della polizia federale argentina, avvenuto il 14 novembre 2018 – 109 anni dal omicidio di Falcon, eseguito dal compagno anarchico Simón Radowitzky.

Anahi ha riportato gravi lesioni alla mano e al viso, presumibilmente a seguito della detonazione anticipata di un ordigno artigianle sulla tomba. Nel momento del suo arresto Anahi aveva perso tre dita della mano e subìto gravi lesioni al resto del corpo, inclusa la frattura della clavicola sull’altro braccio.

...

Spagna: Manifesto di solidarietà [it]

Fanno la guerra
ai poveri
e lo chiamano riqualificazione

Solidarietà di fronte alla repressione contro l’anarchismo e lo sgombero dell’Asilo occupato a Torino.

Repubblica Ceca: Processo contro gli accusati nell’Operazione Fenix 2 [it]

8, 10 e 12 aprile 2019, con l’inizio alle ore 8:30, al tribunale distrettuale di Most, si svolgerà il processo contro 4 anarchici e un ambientalista, accusati nell’operazione Fenix 2.

Siate presenti per sostenerli al processo o con qualunque azione di solidarietà. Fate sapere loro che non siete indifferenti verso il loro futuro, come non lo siete verso la libertà di tutti noi.

Ogni forma di espressione di supporto è benvenuta!