Regno Unito : “Pioggia e Fuoco” – Comunicato della FAI britannica (2011) [it]

Ripubblichiamo questo testo scritto dalla F.A.I. britannica perché lo consideriamo ancora oggi significativo, come lo era allora nel 2011. Con la sempre più crescente escalation della società tecno-industriale su quest’isola-carcere, e con le sue infiltrazioni negli angoli del pianeta non ancora toccati da essa, è più che mai necessario contribuire a portare la civiltà e il suo dominio al crollo, a prepararsi per l’attacco dell’imminente crollo. “...ogni momento della vostra vita dipende dalla vostra capacità di agire e ribellarvi contro chiunque e qualsiasi cosa provi a mettere l’autorità al di sopra di voi...”

...

Cile: Sulla situazione legale del nostro compagno Marcelo Villaroel Sepulveda... o come si perpetua nel silenzio la vendetta dello Stato (10/2017) [it]

Il 4 settembre la procura militare di Santiago ha respinto la richiesta fatta alcuni mesi fa dal nostro compagno Marcelo per la prescrizione della pena.

Marcello ha fatto subito ricorso a questo rifiuto, lasciando la risoluzione dell’appello nelle mani della corte marziale, dove è stata riconfermata nei primi giorni di ottobre.

Queste condanne corrispondono ad alcune cause originate da azioni nel contesto della sua vecchia militanza in “Mapu-lautaro”, organizzazione [armata comunista, ndt] in cui il nostro compagno è stato un combattente attivo sin da giovanissimo, e dalla cui è stato espulso nel 1995, mentre era in carcere, per le sue “deviazioni anarchiche”.

...

Nantes [Francia]: Viva il fuoco! (13/10/2017) [it]

In marcia verso la guerra sociale

Nella notte tra giovedì e venerdì 13 ottobre ho incendiato 2 grossi 4x4 dei riccastri nel quartiere di Monselet a Nantes. Possono impedire lo sciopero e le manifestazioni, ma non di arrecare danni nel momento prescelto.

Uno sfruttato infuriato, auto-gestore del disordine


Italy: News from Florence (10/2017) [en]

On the 1st of January 2017, following the explosion of home-made bomb in front of the fascist bookshop in which a policeman from the bomb disposal unit lost a hand and an eye, several homes of comrades were searched. The police were hoping to find firearms and/or explosives. The searches didn’t lead to nothing except for the seizure of pamphlets, computers, clothing and other generic objects (or can say materials). An investigation against persons unknown was launched with intention to charge with the offences “manufacturing, possession, and transportation of an explosive or incendiary device to a public place” and “attempted murder”.

...

Settimana Internazionale per l’Azione Antispecista [30 ottobre al 5 novembre] [it]

Appello internazionale per una Settimana di Azione Antispecista contro ogni espressione di dominio e prevaricazione, dal 30 ottobre al 5 novembre, è stato lanciato attraverso i social media. Incoraggia i cittadini a svolgere ogni tipo di azione, dalla propaganda stradale (dipinti, manifesti, distribuzione di volantini) a laboratori/forum e dibattiti nei vari spazi di riunione affini a questa lotta, a organizzare varie azioni contro attività specifiche con gli strumenti che ogni persona può considerare opportuni, alle mobilitazioni e alle dimostrazioni di massa. Ognun* può partecipare e sentirsi coinvolto, al fine di scuotere ogni gabbia e simbolo di schiavitù.

...

Madrid [Spagna]: Né nazioni, né Stato, né capitalismo – Sabotaggio del bancomat di Caixa Bank (12/10/2017) [it]

Nelle prime ore di 12 ottobre, la notte prima della celebrazione colonialista e nazionalista sostenuta dal nazionalismo spagnolo, un bancomat di Caixa Bank è stato distrutto nel quartiere di Vallekas, e lasciata la scritta: “Questo è la nostra indipendenza: né nazioni, né Stato, né capitalismo”.

Il messaggio è semplice, mentre il nazionalismo catalano e spagnolo vengono riattivati sotto la bandiera della democrazia, noi abbiamo deciso di agire e attaccare quello che veramente ci opprime, ci sfrutta e ci sottrae la nostra indipendenza. Siamo stanchi di aspettare, stanchi di stare a guardare come la Democrazia, lo Stato e i loro organi repressivi vengono di nuovo legittimati, attraverso il nazionalismo.

Attacchiamo ciò che ci opprime: frontiere, nazioni, banche, padroni, fascisti, lo Stato, il capitalismo, il patriarcato... Con questo piccolo gesto invitiamo ad estendere gli attacchi contro il capitalismo, gli Stati e i loro interessi. Non staremo ad attendere nessun processo per continuare a lottare per l’anarchia, l’unica forma di indipendenza che riconosciamo.

...

Madrid [Spagna]: Attacchi simultanei in solidarietà con gli arrestati e detenuti per il G20 di Amburgo (05/10/2017) [it]

Eravamo ad Amburgo e ci ricordavamo di voi. Quando le vostre banche bruciavano. Quando le vostre vetrine esplodevano. Quando le barricate prendevano fuoco. Quando abbiamo preso la città.

Ma ci ricordavamo di voi anche dopo essere tornati nelle nostre grigie città inerti dove regnate, perché voi siete ovunque. Ci ricordavamo di tutto ciò che potevamo fare ovunque e in ogni momento mentre Amburgo bruciava.

E così ci ricordiamo anche di tutta la sofferenza e rabbia che avete generato. Come anche quando avete attaccato coloro che vi confrontavano. Non dimenticheremo mai tutte le persone picchiate dalle vostre guardie, che vivono rinchiuse nel carcere o muoiono per aver scelto il sentiero dello scontro. Ed è in loro nome che queste azioni sono state realizzate.

Ed è per questo motivo che nella notte tra il 4 e il 5 ottobre numerosi bancomat di varie banche in differenti punti di Madrid sono stati attaccati con martelli: Lavapiés, Bilbao-Alonso Martínez, Tetuán-Castellana, Carabanchel, Vallekas, Coslada, Barrio del Pilar e La Elipa. Sono stati lasciati adesivi: “A Madrid come ad Amburgo. Che si diffonda la rivolta.”, “Solidarietà attiva con i 338 arrestati e 32 detenuti del vertice G20 ad Amburgo”, e “Morte al Capitalismo e morte alla polizia. Dopo il G20 la lotta continua”.

...

Parigi [Francia]: Aggiornamento sul processo per la Sbirromobile incendiata (11/10/2017) [it]

Angel B.: assolto (“partecipazione ad un raggruppamento allo scopo di preparare atti di violenza volontaria”)

Leandro L.: colpevole, 1 anno di carcere con sospensione della pena (“partecipazione ad un raggruppamento allo scopo di preparare atti di violenza volontaria”)

Bryan M.: assolto (“partecipazione ad un raggruppamento allo scopo di preparare atti di violenza volontaria”); colpevole, 1.000€ di multa (“rifiuto del prelievo di DNA”)

Thomas R.: colpevole, 2 anni di carcere di cui 1 con sospensione della pena (“autore di colpi inflitti al veicolo con pugni e calci”)

Kara B.: colpevole, 4 anni di carcere di cui 2 con sospensione della pena (“lancio di una sbarra metallica sul parabrezza”)

Ari R.: colpevole, 5 anni di carcere di cui 2 anni e mezzo con sospensione della pena (“colpi inflitti sul retro della macchina con l’aiuto di una sbarra metallica”)

Nicolas F.: colpevole, 5 anni di carcere di cui 2 e mezzo con sospensione della pena (“percosse inflitte col spranga ad un agente di polizia”)

...

Italia: Aggiornamenti – Non procedibilità del processo contro Billy, Costa e Silvia (10/2017) [it]

Si è svolta qualche giorno fa al tribunale di Torino la Cassazione del processo nello Stato italiano contro Billy, Costa e Silvia. La Cassazione ha confermato la “non procedibilità per difetto di giurisdizione”, come già deciso in primo grado e in appello, per il principio del non poter processare due volte un imputato per lo stesso fatto.

Si chiude quindi una volta per tutte, con questa decisione definitiva, la loro vicenda nei tribunali dell’italia Stato.

Santiago [Cile]: Incendiato autobus in solidarietà internazionale (02/10/2017) [it]

SOLIDARIETÀ ANARCHICA E INSURREZIONALE CON TUTTI I PRIGIONIERI DELLA GUERRA SOCIALE. INCENDIO DI UN AUTOBUS A SANTIAGO.

Come ieri, oggi, e anche domani, e che sia chiaro PER TUTTA LA VITA, siamo in guerra costante contro il potere, il suo sistema, il suo Stato e contro tutte le forme di autorità.

Nei dintorni del Liceo de Aplicación a Santiago, Cile, nella mattina di 2 ottobre, abbiamo deciso di esprimere la nostra solidarietà con tutti i prigionieri di Guerra Sociale in maniera attiva e conflittuale, chiarendo che le parole accompagnano l’azione. Intorno alle 8:15 siamo usciti in strada con un obiettivo chiaro, bruciare un autobus di trasporto pubblico, ignorando i controlli di polizia nella zona, e con questo dimostriamo che queste azioni possono essere realizzate, davanti al naso del potere, niente e nessuno può fermare l’avanzata dell’insurrezione anarchica e della Guerra Sociale.

Con questa azione inviamo un caldo e fraterno abbraccio a tutti i compagni rinchiusi nelle galere della democrazia, sentendoci vicini al loro coraggio fiero.

...

Montreuil (Seine-Saint-Denis) [Francia]: Noi selvaggi (01/10/2017) [it]

Noi selvaggi, vivere nel fondo di foresta.
Noi tranquilli, noi ammirare stelle, noi mangiare arachidi (cacciatori-raccoglitori vegan a Parigi: un casino!).
Un giorno, noi visto fumo barbecue alla salsa di uniformi blu, in Quai Valmy. Noi contenti.
Noi visto repressione: noi grrrr. Mai noi amato comportamento chiaro e coerente di fronte a giustizia di Kara e Krème.
Noi visto anche fumo gendarmerie limoges e grenoble: noi detto wow! Noi detto: pure noi!
Noi imparato fuoco (sì, noi radicalizzati su internet: nessuno perfetto).
Ieri sera [domenica 1 ottobre; NdT], sotto cielo senza stelle, noi bruciato furgone Derichebourg [grande impresa francese di servizi, pulizia ed interim; NdT] (schifezze che lavorano nelle prigioni), rue Pasteur, Montreuil-sous-Bois. Noi un po’
...

Grecia [Atene]: Solidarietà con il compagno anarchico Salvatore Vespertino [it]

Il governo italiano sta perseguitando i nostri compagni a Bologna, minacciandoli con sgomberi e condanne. Hanno già sgomberato Làbas e Crash, dimostrando le loro intenzioni selvagge. A Roma hanno chiuso un centro occupato per i rifugiati, lasciando ottocento persone senza casa... Hanno anche invaso gli spazi occupati, prendendo in ostaggio due dei nostri compagni italiani. Non accetteremo questo atteggiamento, e prenderemo di mira le istituzioni capitaliste che collaborano con lo Stato italiano, per accrescere la consapevolezza sulla sua natura violenta e repressiva, come con l’azione diretta per gli incidenti in Italia. Invitiamo tutti i compagni ad unirsi a noi, con azioni dirette o con altri mezzi, nella lotta contro i nemici di una società libera.
Lo scopo della Camera di Commercio greco-italiana (GICC) è di promuovere i prodotti e le aziende greche in Italia. Suona molto bene :-) Ma guardate, questi sono alcuni degli squali che stanno dietro:
Ioannis TSAMICHAS, ex dirigente della Siemens, nazionalista, sostenitore di Tsipras e propugnatore del terrorismo economico

Germania / Italia: Scarcerato Riccardo, anarchico imprigionato per i giorni di rivolta contro il G20 ad Amburgo (05/10/2017) [it]

Riccardo, compagno anarchico arrestato e imprigionato dal 7 luglio 2017 per i giorni di rivolta contro il G20 ad Amburgo, è stato scarcerato oggi (5 ottobre) in seguito alla sentenza che lo ha condannato ad 1 anno e 9 mesi con il beneficio della sospensione condizionale della pena.

Solidarietà ai ribelli del G20!

Libertà per tutti e tutte!!


Cile / Argentina: Per compagno anarchico Santiago Maldonado – Facciamo scomparire la polizia e lo Stato (09/2017) [it]

Questo 1° settembre segna un mese dalla scomparsa del compagno anarchico Santiago Maldonado, per mano della polizia di Gendarmeria Nazionale argentina. Questo è avvenuto nel contesto della repressione di una manifestazione che consisteva in blocchi stradali effettuati dalla comunità Mapuche Pu Lof in Resistenza di Casahamen, nella provincia argentina di Chubut.

Mentre l’agitazione anarchica si propaga oltre le frontiere, i compagni in Argentina occupano le strade per diffondere atti di rivolta tramite propaganda e azione diretta. Con attacchi incendiari contro la polizia, barricate e molotov contro edifici governativi, i nostri compagni hanno scatenato la propria rabbia in una situazione quanto triste, tanto anche reale: i bastardi hanno arrestato e fatto scomparire un compagno anarchico.

Perché Santiago è un anarchico, e non semplicemente un giovane musicista e artista, come la stampa e la Sinistra opportunamente presentano denunciando la repressione statale, precisiamo che il diniego e l’omissione dell’identità politica del compagno rappresentano un’altra forma di scomparsa, cancellando dalla narrativa i veri motivi della sua presenza solidale nella comunità Mapuche, dove si trovava nel momento del suo arresto[1].

Non abbiamo nessun consiglio per i nostri compagni in Argentina, crediamo in loro, come anche nella loro convinzione e autonomia di continuare a trasformare il proprio dolore in rabbia, propagando caos contro il mondo di autorità, e approfondendo ed espandendo le affinità in esperienze concrete di confronto e agitazione.

Nello stesso tempo, azioni internazionali informali coordinate attivate dall’annuncio dell’arresto e della scomparsa di Santiago mandano un chiaro messaggio: non è solo.

Sterminio, insabbiamento e guerra psicologica: Contro-insurrezione del XXI secolo contro i nemici interni dell’ordine stabilito

L’arresto e la scomparsa di Santiago Maldonado non è, come alcuni potrebbero pensare, un incidente isolato. Al contario, è l’espressione vivente e corrente della storica repressione statale, capitalista e civilizzata. E’ un nuovo episodio dello scontro storico con le forze della legge e dell’ordine.

...

Parigi [Francia]: Aggiornamento sul processo per la sbirromobile incendiata (22/09/2017) [it]

La sentenza sarà emessa mercoledì 11 ottobre alle ore 10.


Aggoirnamento a venerdi’ 22 settembre (le richieste della Procura):

Il giudizio, inizialmente previsto per 29 settembre alle ore 11, sarà emesso in una data successiva (da stabilire mercoledì prossimo, 27/09, quando gli avvocati finiranno il proprio discorso, dalle 9:30 alle 13, all’ultima udienza [vedi sopra; NdT]). D’altro canto, all’ultimo momento, verso le 21:30, il tribunale si è pronunciato sul rilascio di Kara e Krem, ancora in carcere. Rifiutato, in mezzo alle grida di una parte del pubblico: “Libertà”, “freedom”, “coraggio”.

Richieste dei P.M., Olivier Dabin e Emmanuelle Quindry:

(in base di: è un “processo contro dei teppisti” organizzati “in branco”, di “Dove si trovano i fascisti e gli estremisti quando si combatte la polizia, la giustizia, i giornalisti?”, “Durante la perquisizione sono stati trovati adesivi del movimento di estrema sinistra”, “Sfido chiunque a dire che la giustizia copre le violenze della polizia”, ma anche di: “Il grande Lenin diceva: L’anarchico è un reazionario” e “Per gli irriducibili, il silenzio è un diritto, ma è anche un silenzio di approvazione”) :

1) Contro le persone accusate di aver partecipato ad un “raggruppamento allo scopo di commettere atti di violenza”, ma anche di “violenza volontaria contro PDAP (persona depositaria di autorità pubblica)”, con 4 circostanze aggravanti (in unione, con arma, travisamento, contro PDAP):

Joachim (di nazionalità svizzera): 8 anni di carcere, col mandato di incarcerazione (latitante, già con mandato d’arresto, e accusato di aver gettato il fumogeno che ha incendiato la macchina)

Antonin: 5 anni di carcere, di cui 1 sospensione della pena [corrispondente alla condizionale nell’ordinamento italiano, NdT], con mandato di incarcerazione più divieto di partecipare alle manifestazioni per 3 anni a Parigi. Ha già fatto 10 mesi di custodia cautelare.

Nicolas: 5 anni di carcere, di cui 2 con sospensione della pena, senza mandato di incarcerazione (a seguito del suo “chiaro atto di pentimento” e l’assenza del “rischio di reiterazione”, disse il P.M.), e 3 anni di divieto di partecipare alle manifestazioni a Parigi. Ha già fatto 13 mesi di detenzione preventiva.

...

Rennes [Francia]: Bruciato veicolo di azienda energetica (22/09/2017) [it]

Azione di sostegno ai perquisiti di Bure

In risposta alle perquisizioni a Bure, è stata riscaldata la EDF [maggiore azienda produttrice e distributrice di energia, ndt.]. Un veicolo della EDF è stato incendiato nella notte di venerdì 22 settembre, vicino al centro EDF, situato nelle vicinanze della DGSI [direzione generale per la sicurezza interna, ndt.] e della camera di agricoltura.

Sul luogo si poteva leggere: BASTA PERQUISIZIONI A BURE FANCULO IL NUCLEARE Solidarietà con la lotta di Bure, e con i compagni sotto repressione, BURE NON SI TOCCA!

A presto...

Germania: Nuove perquisizioni NoG20 (09/2017) [it]

Nella giornata di mercoledì più di 100 sbirri hanno fatto irruzione in 14 appartamenti ed in un negozio ad Amburgo, e nello Stato tedesco di Schleswig-Holstein. Gli sbirri hanno sequestrato 7 iPhone durante le perquisizioni. Il 1° ottobre si svolgerà una manifestazione davanti al carcere di Billwerder ad Amburgo. Molti dei prigionieri NoG20 sono detenuti in Billwerder. Pubblichiamo alcuni degli indirizzi di prigionieri NoG20 e le date dei prossimi processi. Oggi è stato rilasciato un detenuto NoG20, Orazio.
Gli sbirri hanno sequestrato 7 iPhone durante le perquisizioni. Gli sbirri affermano che gli iPhone sono stati rubati durante il saccheggio di un negozio di telefonia mobile durante le proteste NoG20 ad Amburgo, il 7 luglio. In conferenza stampa di ieri, gli sbirri hanno dichiarato che stanno indagando 2000 persone, ma si attendono che questo numero salirà a 3000. Considerato il fatto che le perquisizioni di ieri erano basate sulla localizzazione di presunti cellulari rubati in un negozio di telefonia mobile durante
...

Praga [Repubblica Ceca]: Aggiornamento sul processo “Fenix” (21/09/2017) [it]

Tutti gli accusati in Fenix 1 sono stati prosciolti da tutte le accuse. Il verdetto però non è definitivo a causa dell’appello del P.M., però tutte le custodie cautelari sono state annullate, e come primo passo questo già rappresenta un gran sollievo. Ci saranno altri processi, e presto scriveremo di questo.
Domani mattina il tribunale cittadino di Praga deciderà se i cinque anarchici in “Fenix 1” sono “colpevoli” o meno (di cospirazione per preparazione di un attacco terrorista contro un treno con carico militare – incastrati da agenti infiltrati). La sentenza sarà pronunciata di mattina e oltre a decidere sulle vite dei cinque, mostrerà anche quanto lontano la polizia può spingere l’aggressione contro
...

Grenoble [Francia]: Attacco incendiario contro gendarmeria in solidarietà con gli accusati di macchina di sbirri bruciata (21/09/2017) [it]

Questo giovedì, alle tre di mattino, secondo giorno di processo per la macchina bruciata.
Siamo entrati nella caserma di gendarmeria Vigny-Musset. Abbiamo incendiato 6 furgoni d’intervento e 2 camion di logistica. Sono stati devastati più di 1500 metri quadrati di garage e deposito.
Questo atto fa parte dell’ondata di attacchi solidali con le persone sotto processo in questi giorni.
Un forte abbraccio a Kara e Krem.
Un pensiero per
...

Clermont-Ferrand [Francia]: Attacco incendiario in solidarietà con gli accusati per la macchina di sbirri bruciata (23/09/2017) [it]

Qualche scintilla nella notte

non stavo molto bene in questo ultimo periodo
e in più sentivo la rabbia in merito a questo processo sulla sbirromobile
queste due cose hanno risvegliato in me la necessità di attaccare
così, questa notte (tra 22 e 23 settembre) sono entrato in un parcheggio di veicoli comunali di Clermont, e ho incendiato un camion che si trovava là
non mi andava molto di cercare un senso, è stato il primo bersaglio che mi è capitato sottomano e che mi pareva fattibile in termine di rischi
avevo solo bisogno che l’oscurità
...