a-g-amburgo-germania-incendiate-auto-di-compagnia-1.jpg

Il sabotaggio è il mezzo appropriato per distruggere la facciata dell’autorità. Laddove le agenzie di sicurezza sono impegnate a garantire la propria sicurezza e quindi a trovare i propri strumenti di lavoro in rovina, il loro potere è visibilmente messo in discussione e ci incoraggia a continuare a infrangere le regole.

Questo è come quello che sta succedendo in Svizzera con il produttore Implenia, che sta pagando per il suo coinvolgimento in un progetto di prigione con gli incendi delle sue macchine da cantiere. Come è anche per VINCI, SPIE o EIFFAGE per i collegamenti che queste aziende hanno con la repressione.

Il 13 novembre ad Amburgo, il parco automezzi di “Sicherheit Nord” a Barmbeck è stato distrutto dalle fiamme, poichè abbiamo incendiato diversi veicoli. In dieci Länder [Stati federati], “Sicherheit Nord” ha collaborazioni con i poliziotti, controlla la base NATO a Luneburgo, le ambasciate, le strutture in cui i rifugiati sono rinchiusi e negozi nei quartieri che sembrano poco sicuri per i dominanti.

Questa azione e questo testo sono per noi. Per le migliaia di persone che hanno reso possibili le rivolte ad Amburgo. Per i prigionieri. Per le persone oggetto dell’operazione Scripta Manent in Italia . Un fuoco solidale allo sciopero della fame di Nikos Maziotis e Pola Roupa, un saluto a Konstantino G., arrestato per aver spedito un pacco bomba e la sua appartenenza alle CCF. Libertà per Lisa, [incarcerata] per rapina in banca ad Aquisgrana!

Incoraggiamo la lotta contro lo Stato a tutti i livelli. La repressione non ci fermerà!

Per l’anarchia!

Gruppi autonomi