g-s-grecia-solidarieta-con-prigioniero-anarchico-d-1.jpg

[Resoconto elaborato da Sin Banderas Ni Fronteras con fonti da stampa e contro-informazione]


Mercoledì 1/11, il compagno Konstantinos Yigtzoglou è stato portato in aula del tribunale dove il P.M. e il giudice speciale per questioni di terrorismo hanno ordinato la sua custodia cautelare.

Konstantinos [Dinos] affronta accuse legate all’attacco con lettera-bomba contro l’ex premier greco Lucas Papademos, come anche altre accuse per pacchi esplosivi trovati nel centro di smistamento delle Poste, e inoltre per l’infame articolo 187A, di partecipazione in organizzazione criminale, per la sua presunta appartenenza alla Cospirazione delle Cellule di Fuoco, gruppo che ha rivendicato l’invio di uno dei pacchi esplosivi.

La polizia greca sta anche cercando di utilizzare contro il compagno, nuovamente, la “prova scientifica” del DNA come una “prova inconfutabile”, affermando di aver trovato il DNA di Konstantino nella lettera-bomba che aveva seriamente ferito l’ex premier greco il 25 maggio 2017.

Il compagno sarà detenuto nel carcere di Larissa, e per il venerdì 03/11 è prevista l’udienza per armi trovate nell’appartamento dove è stato arrestato sabato 28 ottobre.

Dalla loro parte, i compagni solidali hanno organizzato un incontro aperto ad Atene per giovedì 2/11, un’iniziativa dell’assemblea di solidarietà con Konstantinos e altri compagni arrestati lo stesso giorno.


Konstantino ha scritto alcune parole per i compagni che gli hanno dato forza durante il trasferimento dal carcere al tribunale:

Dinos Yigtzoglou – A quelli in lotta

Con la passione per la libertà che riempie la mia esistenza, invio un saluto sincero ai compagni che hanno attaccato i veicoli [di polizia anti-terrorismo] che accompagnavano il mio trasferimento al tribunale nella mattina di venerdì 03/11. Il vostro gesto, compagni, rappresenta per me ispirazione e forza, in questi momenti difficili, per affrontare quello che sta succedendo. State bene! (...) e ricordate che... l’anarchia vivrà.

SEMPRE IN STRADA

CON L’ANIMA E CORPO

Ambienti del 12° piano di GADA [questura di Atene]

Prigioniero anarchico di guerra,

Konstantinos Yigtzoglou