Sardinia [Italy]: Updates on imprisoned anarchist comrade Davide Delogu (20/10/2017) [en]

The trial against Davide accused for attempting escape from the prison of Buoncamino (Cagliari — Sardinia) in 2010 is still on.

The next hearing will be held in October 26th, at 9 am in the Court of the Italian State present in Cagliari. Davide will appear at the hearing.

Davide informs us that he received 3 disciplinary reports in the weeks before.

He is subjected to the article 14bis [provision that allows the suspension of certain prison regulations] since the first week of May 2017, and it should end in the first week of November. At the moment, we don’t know if the 14bis will be extended.

...

Sardegna [Italia]: Aggiornamento sul compagno anarchico Davide Delogu (20/10/2017) [it]

Va avanti il processo che vede Davide accusato di tentata evasione dal carcere di buoncamino (Cagliari) per fatti risalenti al 2010.

La prossima udienza sarà il 26 ottobre alle ore 9 presso il tribunale dell’italia stato presente a Cagliari. Davide presenziera all’udienza.

Davide ci comunica che nelle ultime settimane gli sono stati notificati 3 rapporti disciplinari.

Il 14 bis a cui è sottoposto dalla prima settimana di maggio 2017 dovrebbe terminare la prima settimana di novembre. Attualmente non sappiamo se gli verrà nuovamente rinnovato il 14 bis.

...

Italy: Open Letter To The Anarchist & Anti-Authoritarian Movement (2003) [en]

Released by the FAI (Informal) in 2003 after a series of letter-bomb attacks against State targets across the EU.



As the consolidation of the EU is going on quickly and assuming all the wickedness of the political, economic, military-repressive choices of the various States, and as a European constitution that re-establishes and legitimates EU dominion is about to be ratified, the first Informal Anarchist Federation struggle campaign has started. We could not deny ourselves the pleasure of actively criticising the six-month’s Italian presidency of the EU, which is coming to an end. We are aware that, behind any official rhetoric, the decisions that have been taken during the last months will bring about new practises of exploitation and dominion. In Fortress Europe, where not only the borders between exploiters and exploited are defended with the arms, we oppose trade agreements and the militarization of the territory with free agreements between those who struggle against dominion, as we want to demonstrate that not only is the struggle possible, but it is also an absolute necessity.

...

Regno Unito : “Pioggia e Fuoco” – Comunicato della FAI britannica (2011) [it]

Ripubblichiamo questo testo scritto dalla F.A.I. britannica perché lo consideriamo ancora oggi significativo, come lo era allora nel 2011. Con la sempre più crescente escalation della società tecno-industriale su quest’isola-carcere, e con le sue infiltrazioni negli angoli del pianeta non ancora toccati da essa, è più che mai necessario contribuire a portare la civiltà e il suo dominio al crollo, a prepararsi per l’attacco dell’imminente crollo. “...ogni momento della vostra vita dipende dalla vostra capacità di agire e ribellarvi contro chiunque e qualsiasi cosa provi a mettere l’autorità al di sopra di voi...”

...

Cile: Sulla situazione legale del nostro compagno Marcelo Villaroel Sepulveda... o come si perpetua nel silenzio la vendetta dello Stato (10/2017) [it]

Il 4 settembre la procura militare di Santiago ha respinto la richiesta fatta alcuni mesi fa dal nostro compagno Marcelo per la prescrizione della pena.

Marcello ha fatto subito ricorso a questo rifiuto, lasciando la risoluzione dell’appello nelle mani della corte marziale, dove è stata riconfermata nei primi giorni di ottobre.

Queste condanne corrispondono ad alcune cause originate da azioni nel contesto della sua vecchia militanza in “Mapu-lautaro”, organizzazione [armata comunista, ndt] in cui il nostro compagno è stato un combattente attivo sin da giovanissimo, e dalla cui è stato espulso nel 1995, mentre era in carcere, per le sue “deviazioni anarchiche”.

...

Italy: Two communiques from imprisoned anarchist Salvatore Vespertino – Ghespe [it]

Here are two communiques by Ghespe, written with a month between them

I was arrested along with 7 other people in the umpteenth Digos [General Investigations and Special Operations Division] and ROS [Special Operations Group of Carabinieri], operation. Imagination never fails that scum (wish their health also failed them) and anyone who even just glanced at the newspapers knows very well how they went crazy this time too. But it must be said that although the papers read like a thriller (pretty third rate), they mention 3 events that have little to do with the imagination: the Molotov that flew over the Carabinieri barracks in Rovezzano in April, the ‘device’ that exploded at the casapound bookshop ‘il bargello’, where a specialized police bomb disposal expert lost an eye and a hand, and the fact that all those arrested are anarchists. Up until now Paska and I are the only ones to be held in jail.

...

Besançon [Francia]: Attacco in solidarietà con i prigionieri anarchici Kara e Krem (10/10/2017) [it]

Nella notte tra lunedì e martedì abbiamo spaccato diverse finestre della facoltà di economia, situata solo qualche passo dalla camera di commercio, dell’industria e del turismo.

Questo piccolo attacco diretto contro uno degli aspetti di questo mondo di sfruttamento e di sottomissione è un saluto agli accusati di incendio della macchina di polizia in quai de Valmy, e in particolare a Kara e Krem. Nel frattempo si è appreso che i due compagni rimangono in carcere fino al termine del processo. Continueremo, dunque, ad attaccare il dominio, senza stare a guardare che la giustizia svolgo il proprio lavoro nel silenzio.

...

Nantes [Francia]: Viva il fuoco! (13/10/2017) [it]

In marcia verso la guerra sociale

Nella notte tra giovedì e venerdì 13 ottobre ho incendiato 2 grossi 4x4 dei riccastri nel quartiere di Monselet a Nantes. Possono impedire lo sciopero e le manifestazioni, ma non di arrecare danni nel momento prescelto.

Uno sfruttato infuriato, auto-gestore del disordine


Italy: News from Florence (10/2017) [en]

On the 1st of January 2017, following the explosion of home-made bomb in front of the fascist bookshop in which a policeman from the bomb disposal unit lost a hand and an eye, several homes of comrades were searched. The police were hoping to find firearms and/or explosives. The searches didn’t lead to nothing except for the seizure of pamphlets, computers, clothing and other generic objects (or can say materials). An investigation against persons unknown was launched with intention to charge with the offences “manufacturing, possession, and transportation of an explosive or incendiary device to a public place” and “attempted murder”.

...

Settimana Internazionale per l’Azione Antispecista [30 ottobre al 5 novembre] [it]

Appello internazionale per una Settimana di Azione Antispecista contro ogni espressione di dominio e prevaricazione, dal 30 ottobre al 5 novembre, è stato lanciato attraverso i social media. Incoraggia i cittadini a svolgere ogni tipo di azione, dalla propaganda stradale (dipinti, manifesti, distribuzione di volantini) a laboratori/forum e dibattiti nei vari spazi di riunione affini a questa lotta, a organizzare varie azioni contro attività specifiche con gli strumenti che ogni persona può considerare opportuni, alle mobilitazioni e alle dimostrazioni di massa. Ognun* può partecipare e sentirsi coinvolto, al fine di scuotere ogni gabbia e simbolo di schiavitù.

...

Madrid [Spagna]: Né nazioni, né Stato, né capitalismo – Sabotaggio del bancomat di Caixa Bank (12/10/2017) [it]

Nelle prime ore di 12 ottobre, la notte prima della celebrazione colonialista e nazionalista sostenuta dal nazionalismo spagnolo, un bancomat di Caixa Bank è stato distrutto nel quartiere di Vallekas, e lasciata la scritta: “Questo è la nostra indipendenza: né nazioni, né Stato, né capitalismo”.

Il messaggio è semplice, mentre il nazionalismo catalano e spagnolo vengono riattivati sotto la bandiera della democrazia, noi abbiamo deciso di agire e attaccare quello che veramente ci opprime, ci sfrutta e ci sottrae la nostra indipendenza. Siamo stanchi di aspettare, stanchi di stare a guardare come la Democrazia, lo Stato e i loro organi repressivi vengono di nuovo legittimati, attraverso il nazionalismo.

Attacchiamo ciò che ci opprime: frontiere, nazioni, banche, padroni, fascisti, lo Stato, il capitalismo, il patriarcato... Con questo piccolo gesto invitiamo ad estendere gli attacchi contro il capitalismo, gli Stati e i loro interessi. Non staremo ad attendere nessun processo per continuare a lottare per l’anarchia, l’unica forma di indipendenza che riconosciamo.

...

Madrid [Spagna]: Attacchi simultanei in solidarietà con gli arrestati e detenuti per il G20 di Amburgo (05/10/2017) [it]

Eravamo ad Amburgo e ci ricordavamo di voi. Quando le vostre banche bruciavano. Quando le vostre vetrine esplodevano. Quando le barricate prendevano fuoco. Quando abbiamo preso la città.

Ma ci ricordavamo di voi anche dopo essere tornati nelle nostre grigie città inerti dove regnate, perché voi siete ovunque. Ci ricordavamo di tutto ciò che potevamo fare ovunque e in ogni momento mentre Amburgo bruciava.

E così ci ricordiamo anche di tutta la sofferenza e rabbia che avete generato. Come anche quando avete attaccato coloro che vi confrontavano. Non dimenticheremo mai tutte le persone picchiate dalle vostre guardie, che vivono rinchiuse nel carcere o muoiono per aver scelto il sentiero dello scontro. Ed è in loro nome che queste azioni sono state realizzate.

Ed è per questo motivo che nella notte tra il 4 e il 5 ottobre numerosi bancomat di varie banche in differenti punti di Madrid sono stati attaccati con martelli: Lavapiés, Bilbao-Alonso Martínez, Tetuán-Castellana, Carabanchel, Vallekas, Coslada, Barrio del Pilar e La Elipa. Sono stati lasciati adesivi: “A Madrid come ad Amburgo. Che si diffonda la rivolta.”, “Solidarietà attiva con i 338 arrestati e 32 detenuti del vertice G20 ad Amburgo”, e “Morte al Capitalismo e morte alla polizia. Dopo il G20 la lotta continua”.

...

Parigi [Francia]: Aggiornamento sul processo per la Sbirromobile incendiata (11/10/2017) [it]

Angel B.: assolto (“partecipazione ad un raggruppamento allo scopo di preparare atti di violenza volontaria”)

Leandro L.: colpevole, 1 anno di carcere con sospensione della pena (“partecipazione ad un raggruppamento allo scopo di preparare atti di violenza volontaria”)

Bryan M.: assolto (“partecipazione ad un raggruppamento allo scopo di preparare atti di violenza volontaria”); colpevole, 1.000€ di multa (“rifiuto del prelievo di DNA”)

Thomas R.: colpevole, 2 anni di carcere di cui 1 con sospensione della pena (“autore di colpi inflitti al veicolo con pugni e calci”)

Kara B.: colpevole, 4 anni di carcere di cui 2 con sospensione della pena (“lancio di una sbarra metallica sul parabrezza”)

Ari R.: colpevole, 5 anni di carcere di cui 2 anni e mezzo con sospensione della pena (“colpi inflitti sul retro della macchina con l’aiuto di una sbarra metallica”)

Nicolas F.: colpevole, 5 anni di carcere di cui 2 e mezzo con sospensione della pena (“percosse inflitte col spranga ad un agente di polizia”)

...

Italy: Call for International Solidarity on 16 November — Scripta Manent Trial [en]

On November 16th, at 10 am, in front of the high security court in Turin, will be held the first hearing of the trial Scripta Manent, and it will be a long-running case, in which 22 anarchist comrades are charged, and seven of them are still in prison.

The repressive State apparatus accuses a part of the anarchist movement of attacking it with the practices of: destructive direct action against its structures and its men, realization and distribution of anarchist publications, and support for revolutionary prisoners.

The theorem of prosecutor Sparagna is that the positions of accused comrades are isolated and distant from the anarchist context.

It is a blatant attempt to factionalise and confine the anarchism to certain fenced enclosures, legal and interpretative.

We demolish the attempt to isolate these comrades and we affirm that the practices and positions they are accused of, constitute a patrimony of all anarchists and revolutionaries, and we reaffirm our closeness and our solidarity with the defendants.

...

Italy: Updates on anarchist comrade Pierloreto Fallanca — Pasca (10/2017) [en]

From a letter dated 1st October received from the prison in Lecce, we learned of Paska’s intention to begin a hunger strike next day, and to stage several protests against his prison conditions throughout the month of October, until he’s moved to another unit or prison.

He was arrested on 3rd August and held in the prison of Lecce. Initially Paska was kept in solitary confinement, then he was transferred to the ‘arrivals’ unit where he is still being held. In the ‘arrivals’ unit, unlike the others, the (single) cells remain locked all day: the only times of sociality are 2 hours in the exercise yard in the morning and in the afternoon and in the recreation hall. Requests for special visits have always been rejected on the pretext of formalities. As concerns telephone calls the procedure continues to be troubled, whereas censorship of letters was revoked recently.

...

Italy: Anarchist comrades Billy, Costa and Silvia have trial process ended (10/2017) [en]

A few days ago the trial court in Turin held a hearing of the trial going on in the Italian state against eco-anarchist comrades Billy, Costa and Silvia. The Supreme Court confirmed the “non-procedural default of jurisdiction”, as already decided at first instance and in appeal, for the principle of not being able to process twice a defendant for the same act. It then closes once and for all, with this definitive decision, their affair in the state courts.

Solidarity to the comrades – Fire to IBM and the techno-prison world

Italia: Aggiornamenti – Non procedibilità del processo contro Billy, Costa e Silvia (10/2017) [it]

Si è svolta qualche giorno fa al tribunale di Torino la Cassazione del processo nello Stato italiano contro Billy, Costa e Silvia. La Cassazione ha confermato la “non procedibilità per difetto di giurisdizione”, come già deciso in primo grado e in appello, per il principio del non poter processare due volte un imputato per lo stesso fatto.

Si chiude quindi una volta per tutte, con questa decisione definitiva, la loro vicenda nei tribunali dell’italia Stato.

Santiago [Cile]: Incendiato autobus in solidarietà internazionale (02/10/2017) [it]

SOLIDARIETÀ ANARCHICA E INSURREZIONALE CON TUTTI I PRIGIONIERI DELLA GUERRA SOCIALE. INCENDIO DI UN AUTOBUS A SANTIAGO.

Come ieri, oggi, e anche domani, e che sia chiaro PER TUTTA LA VITA, siamo in guerra costante contro il potere, il suo sistema, il suo Stato e contro tutte le forme di autorità.

Nei dintorni del Liceo de Aplicación a Santiago, Cile, nella mattina di 2 ottobre, abbiamo deciso di esprimere la nostra solidarietà con tutti i prigionieri di Guerra Sociale in maniera attiva e conflittuale, chiarendo che le parole accompagnano l’azione. Intorno alle 8:15 siamo usciti in strada con un obiettivo chiaro, bruciare un autobus di trasporto pubblico, ignorando i controlli di polizia nella zona, e con questo dimostriamo che queste azioni possono essere realizzate, davanti al naso del potere, niente e nessuno può fermare l’avanzata dell’insurrezione anarchica e della Guerra Sociale.

Con questa azione inviamo un caldo e fraterno abbraccio a tutti i compagni rinchiusi nelle galere della democrazia, sentendoci vicini al loro coraggio fiero.

...

Montreuil (Seine-Saint-Denis) [Francia]: Noi selvaggi (01/10/2017) [it]

Noi selvaggi, vivere nel fondo di foresta.
Noi tranquilli, noi ammirare stelle, noi mangiare arachidi (cacciatori-raccoglitori vegan a Parigi: un casino!).
Un giorno, noi visto fumo barbecue alla salsa di uniformi blu, in Quai Valmy. Noi contenti.
Noi visto repressione: noi grrrr. Mai noi amato comportamento chiaro e coerente di fronte a giustizia di Kara e Krème.
Noi visto anche fumo gendarmerie limoges e grenoble: noi detto wow! Noi detto: pure noi!
Noi imparato fuoco (sì, noi radicalizzati su internet: nessuno perfetto).
Ieri sera [domenica 1 ottobre; NdT], sotto cielo senza stelle, noi bruciato furgone Derichebourg [grande impresa francese di servizi, pulizia ed interim; NdT] (schifezze che lavorano nelle prigioni), rue Pasteur, Montreuil-sous-Bois. Noi un po’
...

Grecia [Atene]: Solidarietà con il compagno anarchico Salvatore Vespertino [it]

Il governo italiano sta perseguitando i nostri compagni a Bologna, minacciandoli con sgomberi e condanne. Hanno già sgomberato Làbas e Crash, dimostrando le loro intenzioni selvagge. A Roma hanno chiuso un centro occupato per i rifugiati, lasciando ottocento persone senza casa... Hanno anche invaso gli spazi occupati, prendendo in ostaggio due dei nostri compagni italiani. Non accetteremo questo atteggiamento, e prenderemo di mira le istituzioni capitaliste che collaborano con lo Stato italiano, per accrescere la consapevolezza sulla sua natura violenta e repressiva, come con l’azione diretta per gli incidenti in Italia. Invitiamo tutti i compagni ad unirsi a noi, con azioni dirette o con altri mezzi, nella lotta contro i nemici di una società libera.
Lo scopo della Camera di Commercio greco-italiana (GICC) è di promuovere i prodotti e le aziende greche in Italia. Suona molto bene :-) Ma guardate, questi sono alcuni degli squali che stanno dietro:
Ioannis TSAMICHAS, ex dirigente della Siemens, nazionalista, sostenitore di Tsipras e propugnatore del terrorismo economico