Messico: Rilasciato l’anarchico Fernando Bárcenas [it]


Una ventina di compagni libertari si è recata presso il carcere preventivo maschile del nord (ReNo) per attendere il rilascio di Fernando Bárcenas, dopo quattro anni e sei mesi di detenzione; accusato di aver incendiato un albero natalizio della Coca Cola durante una manifestazione contro il rincaro dei trasporti (metro).

Il rilascio di Ferdinando è avvenuto dopo essere stata notificato (oggi pomeriggio) al tribunale l’annullamento del suo processo e che il suo fascicolo sarebbe stato cancellato.

...

Santiago [Cile]: Incendiato l’autobus di trasporto urbano (01/06/2018) [it]

MACHI CELESTINO CORDOVA ALLA SUA REWE, PRIGIONIERI DELLA GUERRA SOCIALE PER LE STRADE, PUNKY MAURI PRESENTE

Rivendichiamo l’attacco incendiario dell’autobus, linea 426 della Transantiago, avvenuto questo venerdì 1° giugno attorno alle 21:00, all’incrocio di via Matucana con la Romero nella zona della stazione centrale.

Invitiamo ad estendere l’attacco costante contro le istituzioni bastarde e i servizi statali.
Solidarizziamo con il conflitto che si sta sviluppando nel sud dei territori chiamati cile e argentina, abbracciamo la dignitosa resistenza del popolo mapuche.

...

Santiago [Cile]: Attacco incendiario contro cooperativa di credito dei carabinieri (30/05/2018) [it]

30 maggio.

Abbiamo attaccato la Cooperativa di credito e risparmio dei carabinieri (COOPERLACAR) con un ordigno incendiario di facile realizzazione, riaffermando il nostro odio e ostilità permanente contro qualsiasi ingranaggio della macchina sociale e contro quelli che sono o sono stati parte di essa.
Una volta poliziotto, poliziotto per sempre!

Riteniamo che l’esistenza della polizia è di per sé violenza, non ci sorprende il suo agire contro tutti coloro che disturbano il suo ordine, ma non possiamo restare in attesa di fronte alle sue costanti aggressioni. Giù le mani dai nostri compagni, immigranti e mapuche.
Nessuna aggressione senza risposta!

...

Cile: Attacco incendiario contro una chiesa (24/05/2018) [it]

Nota di ContraMadriz: I compagni delle Noticias de la Guerra Social (Chile) ci hanno inviato la seguente notizia su un attentato con molotov, che un gruppo di anonimi incendiari ha realizzato contro una chiesa nel comune di Conchalí, nella notte del 24 maggio, distruggendo i vetri e gettando ordigni che avrebbero causato danni minori.


Il rumore di vetri rotti e di una forte esplosione di fronte alla chiesa di Nostra Signora delle Americhe ha scosso la notte del 24 maggio attorno alle 21:00, nel comune di Conchalí.

...

Spagna: Presentazione dell’opuscolo “Hasta que Todes Seamos Libres”, in lingua spagnola [it]

I compagni organizzatori dell’Incontro di Distributori ed Editori Anticommerciali di Palencia hanno realizzato un’altro anno tra la fine di marzo e gli inizi di aprile, inviando per mail l’audio di una chiacchierata svolta durante questa iniziativa, in cui è stato anche presentato, da parte dell’autore, l’opuscolo “Hasta que Todes Seamos Libres: Una Mirada Crítica Antiautoritaria a los Vicios de la Lucha Contra el Especismo”, scritto e pubblicato dal collettivo di edizioni e distribuzioni Distribuidora Anarquista Polaris (Galizia), e che affronta varie cause e conseguenze di mancate chiare posizioni politiche, come pure di approcci radicali nella gran parte di ciò che è conosciuto come “movimento animalista” o “per i diritti degli animali”. La pubblicazione può essere letta online/scaricata cliccando qui (e qui per la copertina).

Perù: Attacco vandalico contro l’acquario Nautilus [it]

Alcune settimane fa siamo andati all’acquario Nautilus, carcere delle specie marine, il quale come tale fa parte di una macro-struttura che uniforma la detenzione di esseri liberi con interessi propri. Abbiamo attaccato una parte della sua struttura, sparsa attorno vari blocchi. In questo caso l’obiettivo era di vandalizzare con vernice la pubblicità dell’acquario installata nel viale, fare delle scritte presso l’acquario e lasciare dei volantini che spiegano la nostra azione per la chiusura di questo carcere.

...

Argentina: Chimata alla solidarietà internazionale con prigionierio anarchico Diego Parodi [it]

NOTA DI INSTINTO SALVAJE: Pubblichiamo la seguente lettera del compagno Diego Parodi, che si trova in carcere dal 14 dicembre scorso per aver partecipato alle proteste per le strade di Buenos Aires, Argentina. Siamo molto preoccupati per la situazione in cui si trova ora e vogliamo solo inviargli tutte le forze e invitare alla solidarietà con lui, per essere in grado di sostenere e affrontare i difficili momenti in carcere.


LETTERA DEL PRIGIONIERO ANARCHICO DIEGO PARODI (19/04/2018)

Dalla prigione di Marcos Paz ...

...

Italia: Rigettata scarcerazione per due compagni arrestati nell’op. Scripta Manent (05/06/2018) [it]

In data 5 giugno 2018 è stata rigettata l’istanza di scarcerazione per i compagni anarchici Alessandro Mercogliano e Marco Bisesti, in custodia cautelare dal settembre 2016, arrestati nel contesto dell’operazione “Scripta Manent”.

Solidarietà affine con i compagni Alessandro e Marco, e con i compagni detenuti!


(indirizzi dei compagni nella colonna di destra di questo sito)

Buenos Aires [Argentina]: Incendiati veicoli della polizia [it]

In poche parole.

Domenica 20 maggio alle 3 di mattina un furgone della PSA (Polizia di sicurezza aeroportuale), parcheggiato in Gabriela Mistral 2900 davanti ad un parcheggio, ha preso casualmente fuoco.

E martedì 22 maggio, sempre casualmente, due macchine della polizia municipale sono bruciate in viale Alvarez Jonte 3500, di fronte ad un negozio.

Cellula anarchica Mauricio Morales*


*NdT in francese: compagno anarchico, più comunemente noto come “Punki Mauri”, morto nel corso di un’azione diretta, nove anni fa a Santiago del Cile

Oaxaca [Messico]: Attacco esplosivo contro una banca (22/05/2018) [it]

CHE LA MEMORIA STORICA SEPPELLISCA COLORO CHE CONDANNANO IL SENTIERO DELL’ATTACCO CONTRO L’AUTORITA’!

Dopo vari mesi spesi a selezionare i bersagli, abbiamo deciso di iniziare ad attaccare ogni singola miserabile figura e simbolo che rappresentano l’autorità, e quale momento migliore di ricordare il compagno insorto Mauricio Morales, morto 9 anni fa, in guerra che da sempre è stata dichiarata da tutti gli individui che con i propri atti d’amore e violenza rifiutano di accettare il condizionamento imposto da qualunque tipo di dominio, e in cospirazione informale che offre campo libero ai loro più puri desideri di agitazione e guerra – non chiedendo né diritti né giustizia, ma cercando la liberazione totale.

...

Operazione repressiva europea a partire dai disordini durante il G20 di Amburgo – Aggiornamento [it]

Il 29 maggio, alle 6 di mattina, è stata lanciata un’operazione repressiva a livello internazionale, orchestrata dal gruppo di polizia investigativa tedesca “Schwarzer Block” (Blocco Nero). Questa operazione ha già ottenuto risultati in Francia, Svizzera, Italia e Spagna.

Visto che la polizia tedesca ha perso il controllo nella sua più grande e più militarizzata operazione del secolo – Visto che abbiamo preso le strade durante le proteste contro il G20 ad Amburgo la scorsa estate, dimostrando allo Stato che non ci può controllare completamente, neanche con la forza – Lo Stato tedesco sta cercando persone per incolpare e punire, persone con le quali rappresentare la rivolta di G20 e la sua conseguente repressione.

...

Italia: Processo Scripta Manent – Presenza solidale in aula 14/06 [it]

Chiunque dimentica i prigionieri della guerra sociale,
ha dimenticato la guerra stessa!
(Parigi, 2016)

Lo Stato colpisce e continuerà a colpire gli anarchici e i rivoluzionari fintanto che questi saranno degni del loro nome.

Il processo Scripta Manent, cominciato nel giugno del 2017, riguarda 40 anni della storia del movimento anarchico, di cui siamo parte, e sta proseguendo con un ritmo serrato.

Il cardine del teorema accusatorio di questa inchiesta si basa sulla differenziazione fra anarchici “buoni” e “cattivi” e su una interpretazione strumentale, da parte dell’apparato repressivo, del dibattito interno al movimento anarchico.

...

Madrid [Spagna]: Operazione repressiva europea a partire dai disordini durante il G20 di Amburgo [it]

Nota di ContraMadriz: in attesa di più informazioni, riportiamo l’articolo seguente dalla stampa borghese. In questo si dice che si tratta di un’operazione diretta dalla polizia tedesca in Francia, Italia, Svizzera e Spagna, con il coordinamento delle forze poliziesche locali. In Spagna si è saputo di tre perquisizioni, due a Carabanchel e un’altra in Calle Bravo Murillo (Madrid). L’obiettivo è quello di arrestare persone implicate durante le proteste contro il G20 ad Amburgo, identificate in immagini e fotografie. Non dimentichiamo che la polizia tedesca aveva creato una pagina web con foto di attivisti durante gli scontri e le proteste.

...

Italia: Processo Scripta Manent – Presenza in aula rinviata [it]

L’udienza del processo Scripta Manent del giorno 31/05 è stata annullata.

Quindi la presenza solidale in aula prevista per quel giorno verrà spostata ad un’altra data che verrà comunicata al più presto.


Solidarietà agli/le arrestati/e ed inquisiti/e nell’operazione Scripta Manent!


Italy: Declaration of “Scripta Manent” accused at the hearing of May 31st [en]

In view of the presence in solidarity at the court on 31 March, we are writing these few lines to reaffirm a few fundamental concepts regarding this trial and the court carrying it out. First of all, we reaffirm our closeness to the arrested comrades: for us they are brothers and the pride with which they are confronting this little theatre makes us proud.

We also reaffirm our attachment, stronger than ever, to the anarchist ideal and our hatred of this society that thrives on death and exploitation. We are anarchists, it is normal for the State to attack us, we do not expect anything else from you and this is why your repression does not surprise us except for its clumsiness and scares us even less. In fact, after a year and a half you find us with the same positions of attack on this system. We are accused of terrorism, but we continue to point the finger at the State and its laws that you administer which legitimize the exploitation, exclusion and death of millions of people throughout the world every day, to protect the interests of those who profit from all this. It is you who are under accusation: the dead in the wars in the Middle East and Africa, those who drown while fleeing poverty, the increasingly fierce exploitation of labour, the plundering of resources and the destruction of ecosystems, living conditions more and more like survival and the ever deeper interference in our lives by the State. The law would like to treat the dissent that all this generates with jail, branding it as a crime, but it takes a lot more to shut us up.

...

Italy: Op.Scripta Manent – Solidarity Presence in the Court (31/05/2018) [en]

Anyone who forgets prisoners of social war, has forgotten the war itself! (Paris, 2016)

The state strikes and will continue to strike anarchists and revolutionaries as long as these are worthy of their name.

The Scripta Manent trial, begun in June 2017, concerns 40 years of the history of the anarchist movement, of which we are a part, and is continuing at a fast pace.

The cornerstone of the accusatory theorem of this inquest is based on the differentiation between “good” and “bad” anarchists and an instrumental interpretation, by the repressive apparatus, of the debate within in the anarchist movement.

...

Francia: Uscito n°4 di “Kairos” – giornale anarchico in lingua francese (05/2018) [it]

DOWNLOAD PDF: Kairos – Journal anarchiste

Annunciamo l’uscita del nuovo numero di Kairos per questo mese di maggio 2018. Eccezionalmente, si tratta di un quattro-pagine su lotte attuali alle università, nel bosco di Notre-Dame des Landes e su rivolte parigine del 1° maggio.

Buona lettura e non esitate a inviarci i vostri commenti, suggerimenti per i testi ecc.

Sommario:
Et si tout le monde détestait la domestication ? Récit sur les occupations de facs: p.1-2
ZAD partout, État nulle partChronologie des actions de solidarité: p.2-3
Rien n’est fini – Souvenirs d’un 1er mai parisien: p.4
Comme un amer goût de déjà-vu: p.4

...

Italia: Udienza preliminare per Ghespe (15/05/2018) [it]

L’udienza preliminare di Ghespe (che, ricordiamo, è stato stralciato dalla c.d. Operazione Panico, e sta venendo processato parallelamente) è stata il 15 maggio al Tribunale di Firenze, a porte chiuse. Il GUP Bagnai ha deciso di non modificare in alcun modo i capi d’imputazione, poiché sussistono a suo avviso i gravi indizi di colpevolezza, e perciò rimangono invariabilmente: tentato omicidio, fabbricazione, trasporto e detenzione di ordigni micidiali ed esplodenti e danneggiamento. La prima udienza del processo è stata fissata il 4 luglio 2018, e sarà a porte aperte.

...

Italia: Dichiarazione Imputati “Scripta Manent” per la presenza del 31 Maggio [it]

In vista della presenza solidale in aula il 31 Maggio scriviamo queste poche righe per riaffermare pochi ma fondamentali concetti di base riguardo a questo processo ed al tribunale che lo celebra. Ribadiamo innanzitutto la nostra vicinanza ai compagni agli arresti: per noi sono dei fratelli e ci riempie di orgoglio la fierezza con la quale stanno affrontando questo teatrino.

Riaffermiamo anche il nostro attaccamento, più saldo che mai, all’ideale anarchico e il nostro odio nei confronti di questa società che prospera sulla morte e lo sfruttamento. Siamo anarchici, è normale che lo Stato ci attacchi, da voi non ci aspettiamo altro ed è per questo che la vostra repressione non ci sorprende se non per la sua goffaggine e tanto meno ci spaventa. A distanza di un anno e mezzo infatti ci ritrovate fermi sulle stesse posizioni di attacco a questo sistema. Siamo accusati di terrorismo, ma continuiamo a puntare il dito contro lo Stato e le sue leggi che voi amministrate e che ogni giorno legittimano lo sfruttamento, l’esclusione e la morte di milioni di persone nel mondo, proteggendo gli interessi di chi da tutto questo trae profitto. Siete voi sotto accusa: i morti nelle guerre in Medio Oriente e in Africa, quelli che annegano sfuggendo alla miseria, lo sfruttamento sempre più feroce del lavoro, la predazione delle risorse e la distruzione degli ecosistemi, le condizioni di vita sempre più simili alla sopravvivenza e l’ingerenza sempre più profonda nelle nostre vite da parte dello Stato. La legge vorrebbe curare il dissenso che tutto questo genera con la galera, bollandolo come reato, ma ci vuole ben altro per metterci a tacere.

...

Italia: Op.Scripta Manent – Presenza solidale in aula (31/05/2018) [it]

Chiunque dimentica i prigionieri della guerra sociale,
ha dimenticato la guerra stessa!
(Parigi, 2016)

Lo Stato colpisce e continuerà a colpire gli anarchici e i rivoluzionari fintanto che questi saranno degni del loro nome.

Il processo Scripta Manent, cominciato nel giugno del 2017, riguarda 40 anni della storia del movimento anarchico, di cui siamo parte, e sta proseguendo con un ritmo serrato.

Il cardine del teorema accusatorio di questa inchiesta si basa sulla differenziazione fra anarchici “buoni” e “cattivi” e su una interpretazione strumentale, da parte dell’apparato repressivo, del dibattito interno al movimento anarchico.

...

Italia: E’ uscito il libro “I Giustizieri – Propaganda col fatto e attentati anarchici di fine Ottocento” (Ed. Monte Bove) [it]

i-e-italia-e-uscito-il-libro-i-giustizieri-propaga-1.jpg

E’ uscito il libro di Gino Vatteroni, “I Giustizieri, propaganda col fatto e attentati anarchici di fine Ottocento” (ed.Monte Bove)

Da Giovanni Passannante a Gaetano Bresci, vent’anni di vendetta, individuale e di classe. Non solo una raccolta cronologica ed enciclopedica degli attentati anarchici alla vita dei tiranni che hanno terrorizzato i governi di fine Ottocento, ma anche un necessario approfondimento sul contesto economico, sociale e politico dell’Italia post unitaria, con uno sguardo anche sul novantaquattro francese. Una guerra a mano armata dichiarata da una minoranza di sfruttati allo Stato liberale. Quello stesso Stato che non si faceva scrupoli a torturare, incarcerare, confinare, cannoneggiare e soprattutto difendere una società nella quale milioni di contadini vivevano in una condizione spesso al di sotto della sussistenza e nelle metropoli gli operai venivano letteralmente consumati dalla nascente macchina capitalista. Ben prima del fascismo, la tanto osannata Unità d’Italia viene fondata sul sangue della gran parte delle popolazioni. Lo sfruttamento, fino alla morte, la repressione crudele, non sono esclusivo appannaggio di uno Stato totalitario o di una fase eccezionale della vita politica, bensì sono elementi fondativi di questo dannato Paese e di ogni forma di governo. Vorremmo che questo libro non rimanesse negli scaffali a prendere polvere, un feticcio da collezionare nel pantheon dello storico di professione o di diletto. Vorremmo che questo libro non rimanesse lettera morta. Che le gesta di questi indomiti compagni illuminino ancora, col loro esempio, la strada di chi non si rassegna allo stato di cose presenti.

...

Montevideo [Uruguay]: Attacco incendiario contro una chiesa cattolica (22/04/2018) [it]

Nelle prime ore di domenica 22 aprile (2018) è stato realizzato un attacco incendiario contro una chiesa cattolica situata all’angolo di via San Juan, nel quartiere Arroyo Seco.

Tre bottiglie molotov e un paio di bombe di vernice hanno colpito la facciata.

Dinanzi alla pace sociale di questa democrazia borghese scegliamo di nuovo il vertiginoso sentiero di attacco contro il prestabilito.

La Chiesa è un simbolo esplicito di un addestramento e dominio che si mantiene in vita nella società attuale.

...

Madrid [Spagna]: Distrutto veicolo di un’agenzia immobiliare (07/05/2018) [it]

All’alba del 7 maggio è stata distrutta una macchina dell’agenzia immobiliare “Don Piso” nel quartiere di Vallekas. Vallekas, come tanti altri quartieri di Madrid, subisce le conseguenze dei processi di gentrificazione che lo Stato e il capitalismo attuano nelle grandi città. La speculazione capitalista trasforma i quartieri in grandi centri commerciali pacificati, completamente sommersi dal controllo sociale, dove la logica di consumo e sfruttamento rimane l’unica forma possibile di rapporto. I responsabili possiedono nome e cognome: partiti politici, amministrazione comunale, giornalisti, aziende, sbirri, banche, agenzie immobiliari... tante teste di una stessa idra.

...

Bellecombe-en-Bauges (Savoia): Bagliori d’incendi [it]

Attacco incendiario di una cava della Vicat

La città avanza, la foresta diminuisce. E noi, in mezzo, ci sentiamo spesso molto vulnerabili, incapaci di arginare alcunché. Il cemento che trasuda da tutti i pori di questa società ci priva di vita, di sensazioni, di sostanze. Le foreste gestite in maniera eco-responsabile somigliano a delle fosse comuni. L’angoscia nelle viscere, i pugni che si stringono, un velo di durezza che ricopre gli occhi. E la difficoltà a parlarne, dato che le parole non possono che sfiorare la profondità della tristezza e della collera che sentiamo.

...

Grenoble [Francia]: Affascinante e miserabile (16/04/2018) [it]

Nella notte di lunedì 16 aprile, 3 agenzie immobiliari, un Apple store e gli uffici di un’azienda del settore dell’edilizia e dei lavori pubblici sono stati vandalizzati nel centro della città di Grenoble.

Distruzione e devastazione hanno sempre rappresentato sia l’obiettivo che i mezzi, per individui ribelli, per vivere la propria negazione del mondo. Da piccoli atti a grandi attacchi, gesti sparsi, affascinanti e miserabili, concretizzano una vera conflittualità contro tutti i poteri.

Recentemente in questa città varie sedi di enti di alloggi popolari sono state rovinate. Inevitabilmente, i dirigenti di queste istituzioni e della città hanno predicato, piagnucolando, a proposito della loro funzione sociale in favore dei poveri. I pennivendoli del luogo, virtuali e cartacei, hanno ovviamente trasmesso questa spudorata ipocrisia. Irritati dalla loro sfacciataggine, questa notte impugniamo i nostri martelli, uscendo per devastare degli uffici, come eco a questi attacchi contro gli enti di alloggi popolari.

...