Sardinia [Italy]: Updates on anarchist prisoner Paolo (15/11/2017) [en]

Paolo is in Uta, he is okay; he is in the wing with the general population and in the cell with one of the two partners with whom he was arrested. He asks for stamps. We know nothing about the dates of hearings or anything else, he has received the first visits this week and it seems he has no problem getting mail.

Address: Casa circondariale Ettore Scalas, 2° strada ovest Z.I. Macchiareddu, 09010 Uta, Italy

Updates will follow


Brasil: VI Anarchist & Punk Film Festival of São Paulo (02-03/12/2017) [en]

We came to the sixth year of the Anarchist & Punk Film Festival of São Paulo, with the proposal of visibilizing audiovisual productions and themes related to the counterculture of punk and anarchism, as well as guiding the use of this important tool in our struggles. This year the Festival will take place in the Centro de Cultura Social, an autonomous space of much history and contribution to anarchism in the city.

FESTIVAL SCHEDULE

https://anarcopunk.org/festival/programacao-2017

2 and 3 December 2017 | Centro de Cultura Social [General Jardim Street, 253 — room 22 — São Paulo]

...

Italy – Court of cassation’s verdict concerning an article published on the monthly “Invece” (19/10/2017) [en]

On Thursday 19th October the court of cassation held a session of the trial against a comrade accused of instigation to commit crime following an article published in the anarchist monthly ‘Invece’ in May 2012.

The article is about a book written by Pierpaolo Sinconi, a carabinieri captain. He took part in war missions in Bosnia Herzegovina, Kosovo and Iraq. He was a tutor in training centres for peacekeeping in Africa, America, Asia and Europe. He’s a member of a group of experts in peacekeeping and peacebuilding from ‘G8’ countries. And since 2006 he’s being teaching International Law and Humanitarian International Law at the Stability Police Units Centre in Vicenza.

...

Grecia: Comunicato dell’Assemblea di Solidarietà per il prigioniero anarchico Konstantinos Yigtzoglou (11/2011) [it]

Nella mattina di 28 ottobre 2017, il compagno Konstantinos ‘Dinos’ Yigtzoglou è stato arrestato dalla polizia anti-terrorismo. L’ordine d’arresto, emanato dal P.M. Speciale E. Nikopoulos, si basava su accuse di appartenenza ad una organizzazione terroristica e di tentato omicidio per l’attacco con lettera-bomba contro l’ex premier Papadimos. Le accuse si basano su un misto di materiale genetico che sarebbe stato raccolto e archiviato da oggetti a seguito di scontri con le forze dell’ordine durante una manifestazione nel 2011, nella quale il compagno fu arrestato. Questo misto, che sarebbe connesso all’attacco esplosivo, sarebbe stato trovato dalla polizia nei resti della lettera-bomba, assieme al DNA di Papadimos. Le accuse contro il compagno, combinate con il materiale che sarebbe stato trovato nel suo possesso durante l’arresto, hanno portato al procedimento penale in base alla “anti-terrorismo” (187A).

...

Cile: Parole dei prigionieri anarchici Enrique Guzman, Nataly Casanova e Juan Flores (11/2017) [it]

Queste parole nascono e volano dalle celle del carcere di San Miguel, dell’unità speciale di alta sicurezza e dell’Ex Penitenciaria, per salutare quella complicità che ci esprimono i compagni che organizzano e danno vita al Convegno di Tatuaggi e Arte Corporale Solidarietà A Fior di Pelle...

Con queste parole nate dentro queste centri di tortura vogliamo salutare in maniera fraterna e complice coloro che con creatività ribelle e subordinata organizzano e partecipano a questa iniziativa anti-carceraria... Iniziativa solidale con chi sente quotidianamente il sapore amore del carcere, la rabbia, l’impotenza e l’indignazione per non poter materializzare la guerra perché circondati da sbarre, telecamere e guardie...

...

Cile: Verso la fine del processo contro i prigionieri anarchici Enrique Guzman, Nataly Casanova e Juan Flores (11/2017) [it]

Si prevede che il maxi-processo iniziato in base alla legge antiterrorismo per gli attacchi contro il Subcentro, il metro Los Dominicos e i due commissariati di Santiago si concluderà nelle ultime due settimane di novembre.

Il cosiddetto Caso Bombas 2, iniziato ormai da più di due anni fa contro i compagni Enrique Guzman, Nataly Casanova e Juan Flores, dopo circa 7 mesi di processo in base alla legge antiterrorismo si sta finalmente concludendo in questi giorni. Dopo le argomentazioni di chiusura è previsto il verdetto, quando la corte orale e penale deciderà l’innocenza o la colpevolezza secondo i delitti, per poi – in caso di essere proclamati colpevoli – pronuncierà la sentenza.

...

Francia: “Kairos”, giornale anarchico – Ragion d’essere [it]

Abbiamo deciso di chiamare questo giornale Kairos perché ci sembra importante lasciare l’astrazione pura delle idee per mettere il nostro discorso in una prospettiva pratica, in una riflessione sui mezzi e sulle possibilità dell’azione sovversiva, in modo molto pragmatico.

Più specificamente, è un quotidiano che mira a sostenere quello che potrebbe essere chiamato “anarchismo della pratica”, espressione con cui intendiamo tutto ciò che corrisponde ad una pratica offensiva dell’anarchismo, che non si accontenta di parole, posture o scritti, ma che attacca, qui e ora, tutte le forme di autorità, sottomissione e sfruttamento. Collegare le parole agli atti è sempre stata una parte dell’anarchismo, checché ne dicano i piattaformisti e altri “rivoluzionari” da salotto che, quando un attacco ha luogo vicino a casa loro, si rifugiano nel silenzio (ed è il meno peggio), si dissociano o dichiarano pubblicamente la loro distanza.

...

Prison of Augusta — Sardinia [Italy]: Updates on Sardinian anarchist Davide Delogu — On hunger strike again (04/11/2017) [en]

“On November 4th Davide began an indefinite hunger strike as an answer to the prison:

Against the denial of attending the next hearing in Cagliari on February 14, against the total solitary confinement under article 14bis and its extension for a further six months, against its prisons, its cells, against the prison domination.

In solidarity and closeness with comrades arrested and involved in operation Scripta Manent, who will stand trial on November 16th.

Let’s the direct, beautiful, insurgent, flaming action warm our hearts.

...

Florence [Italy]: Verdict of the court of review concerning the events of 1st January 2017 [en]

From the local press we learn that the court of review pronounced a verdict concerning the prosecutor’s appeal against the orders of release concerning the comrades arrested following an attack on a Casapound bookshop on 1st January 2017.

The court rejected the prosecutor’s appeal for all the comrades except:

Paska, currently being held in Lecce on charges of organized crimes, against whom serious evidence against him was apparently identified concerning the fabrication of the device on 1st January. His situation has therefore worsened as he’s being held not only for ‘organized crime’ but also for charges related to the attack.

...

Czech Republic: Lukáš Borl — All power to the imagination? (12/11/2017) [en]

When extensive strikes and workers’ and students’ riots took place in France at 1968, one of the slogans back then was “All power to the imagination”. Czech police and courts now have their own interpretation. They assert their authority through fostering their own imagination.

When police wanted the arrest warrant on me, their claimed reasons for that were speculative statements and bunch of random bullshit. Obviously, it was enough for getting the warrant. It is even scary, how powerful their imagination can be.

...

Italy: Updates on operation “Scripta Manent” (16/11/2017) [it]

The trial will begin on November 16th in high security court in Turin prison.

The anarchist comrades Alfredo Cospito, Anna Beniamino, Danilo Cremonese, Nicola Gai will not be allowed to attend the trial in the courtroom, they will be subjected to a video-conference inside the High Surveillance 2 sections, where they are held.

The anarchist comrades Marco Bisesti, Valentina Speziale, Alessandro Mercogliano will be allowed to attend the trial in the courtroom, but they refuse to take part in the trial in solidarity with comrades subjected to video-conference.

...

Italia: “Negazine” n°1 – Nuova rivista anarchica pubblicata dalle Edizioni Anarchismo (11/2017) [it]

Abbiamo pubblicato una nuova rivista.

“Nel leggere le pagine che seguono è bene che tutto quello che sappiamo sulla tecnologia non venga tenuto in considerazione. In effetti, quali sono le conoscenze o le ipotesi spacciate per certezze che costituiscono il contenuto scientifico della tecnologia? Poca cosa.”


Negazine n. 1 / 2017

Pagine 64 – cm 21*32

Euro 8.50


Per i distributori:

3 copie – Euro 15.00

5 copie – Euro 20.00


Contatti e ordini: Edizioni Anarchismo

Francia: Uscito n° 1 di “Kairos” – Giornale anarchico in lingua francese (11/2017) [it]

“Nel greco antico kairos indica l’idea del momento opportuno da cogliere, quella occasione favorevole, dell’attimo propizio che consente la riuscita di un’azione in mezzo ai rischi del mondo e alle incertezze di circostanze esterne. Per questo è necessario passare alla pratica, imparare a cogliere questo kairos, da una parte cercando di riconoscerlo senza nascondersi dietro il facile pretesto delle circostanze, e dall’altra preparandosi ad agire in modo da non lasciarsi scappare questa opportunità.

...

Cagliari (Sardinia) [Italy]: Anarchist Paolo arrested for robbery (31/10/2017) [it]

Tuesday, October 31, our comrade Paolo has been arrested along with two partners, immediately after the post office robbery in a suburb of Cagliari. Once they left the post office, they tried to get away, but the infamy of a bystander has provided very precise information to cops, who therefore were able to organize an encirclement and to intercept them as they were driving away.

They have offered no resistance. Clothes and weapons used in the robbery have been found in the car.

All our closeness and solidarity to them. We do not know why they have made this choice, e we do not care about. We know whoever organize to deprive State and bosses of what they need, do the right thing, always.

...

Atene [Grecia]: Attaccata stazione di polizia (25/10/2017) [it]

Sabato 16 settembre abbiamo fatto una protesta antifascista, durante il giorno in Keratsini [quartiere di Atene] e di sera in centro Atene, in occasione dei 4 anni dall’assassinio di Pavlos Fyssas ucciso dal battaglione d’assalto di Alba Dorata. A seguito degli scontri scoppiati durante le protesta serale e che si conclusero in Exarchia, il sedicenne Kostas B. è stato arrestato. Durante l’arrestato è stato brutalmente torturato, fino a svenimento, dai cannibali dell’unità antisommossa accampata nell’area. Appena arrivato in GADA (direzione generale della polizia di Atene) e mentre si riprendeva, ha tentato di fuggire, ma è stato investito da una macchina sul viale Alexandros [davanti al GADA).

...

Volvera (Turin) [Italy]: Solidarity fire (10/2017) [it]

Volvera Turin mobile phon masts in flames

For the anarchist facing trial in Turin

For those who have been captured

For those who run free

For those who struggle against the system

Destroy the cogs

Circle-A

Parigi [Francia]: Processo contro un testo di solidarietà (08/11/2017) [it]

Mercoledì 8 novembre alle ore 13:30, al Tribunale distrettuale di Parigi, un compagno sarà processato per aver pubblicato l’invito per un incontro sul caso della macchina di sbirri incendiata in quai de Valmy. La giustizia cerca di condannare l’epressione della nostra solidarietà, non lasciamola svolgere il suo sporco lavoro in tranquilità.

L’invito incriminato: Sul caso della macchina di polizia incendiata 18 maggio 2016

Grecia: Solidarietà con prigioniero anarchico di guerra Konstantinos Yigtzoglou (11/2017) [it]

[Resoconto elaborato da Sin Banderas Ni Fronteras con fonti da stampa e contro-informazione]


Mercoledì 1/11, il compagno Konstantinos Yigtzoglou è stato portato in aula del tribunale dove il P.M. e il giudice speciale per questioni di terrorismo hanno ordinato la sua custodia cautelare.

Konstantinos [Dinos] affronta accuse legate all’attacco con lettera-bomba contro l’ex premier greco Lucas Papademos, come anche altre accuse per pacchi esplosivi trovati nel centro di smistamento delle Poste, e inoltre per l’infame articolo 187A, di partecipazione in organizzazione criminale, per la sua presunta appartenenza alla Cospirazione delle Cellule di Fuoco, gruppo che ha rivendicato l’invio di uno dei pacchi esplosivi.

...

Città del Messico [Messico]: Attacco esplosivo contro l’accademia militare (02/11/2017) [it]

Nella notte di 2 novembre in Messico, abbiamo deciso di agire contro l’entrata 1 dell’Accademia Militare Eroica con un ordigno esplosivo artigianale per dar inizio ad una campagna di sabotaggio creativo contro tutti i livelli dello Stato per esigere il rilascio di prigionieri anarchici in Messico e tutto il mondo, e per invitare individualità e collettivi a partecipare al prossimo Novembre Nero.

Per la caduta di tutti i regimi!

Per la liberazione di animali umani e non-umani!

Per l’incendio di tutti i livelli di Stato-Capitale!

...

Porto Alegre [Bra$ile]: “Quando l’anarchia disturba” – Dichiarazione della Bibliotec Kaos sugli attacchi contro anarchici (10/2017) [it]

FANCULO “L’OPERAZIONE ÉREBO”

Ci sono molte cose da dire, ma inizieremo con la più urgente. Il 25 ottobre è iniziata la caccia anti-anarchica, contro il FAG [Federazione Anarchica Gaucha], l’istituto Parhesia, lo spazio occupato Pandorga e alcune individualità che hanno visto i propri spazi e le proprie case invase dalla polizia. Se non proprio tutta, ma probabilmente una buona parte della varietà anarchica è stata colpita e varie di loro si sono pronunciate in accordo, con fermezza, contro la repressione. E questo è aria fresca che rafforza ognuno che sente l’eversione.

...

Copenhagen [Danimarca]: Vandalizzata ambasciata argentina (18/10(2017) [it]

Nella nottre tra 17 e 18 di ottobre abbiamo vandalizzato con la pittura l’entrata dell’ambasciata argentina a Copenhagen. Abbiamo anche scritto il nome di Santiago Maldonado e una A cerchiata.

Lo abbiamo fatto perché lo Stato argentino è responsabile per la scomparsa dell’anarchico Santiago Maldonado, avvenuta più di due mesi fa. Alcuni giorni dopo la nostra azione abbiamo sentito la triste notizia del ritrovamento del suo cadavere. Lo Stato e la polizia sono responsabili! Siamo arrabbiati!

Alcuni anarchici

Meylan (Isère) [Francia]: Il desiderio di disfarsi della logica di vittimizzazione creando amicizie forti e attaccando – un empowerment della prassi [it]


Perché non vogliamo rimanere nel ruolo di vittime nel quale la società ci vorrebbe relegare riconoscendoci come ragazze. Vittime, perché non siamo in grado di essere autonome, di difenderci, di condurre le nostre vite come vorremmo. Perché siamo deboli, troppo sensibili, soggette a stati d’animo ormonali, dipendenti e fragili. Perché abbiamo bisogno di figure forti per farcela, di medici per curarci, di uomini per sostenerci, di bambini per sentirci realizzate, di sbirri per proteggerci.

La nostra educazione inculca queste stronzate nelle nostre teste, e finiamo per assimilarle. La lotta contro il sessismo è, per noi, la lotta contro il genere. E lottare contro il genere vuol dire rifiutare la logica che genera le assegnazioni, senza negare che condizionano anche noi.

...

Montevideo [Uruguay]: Attacco incendiario contro l’Ufficio dell’Accademia militare argentina (24/10/2017) [it]

All’alba di martedì 24 ottobre è stato realizzato un attacco incendiario contro l’edificio dell’Accademia militare argentina a Montevideo. L’attacco ha causato danni significativi alla facciata dell’edificio.

Di fronte al silenzio ufficiale che cerca di mettere a tacere la nostra azione, abbiamo scelto di rivendicarla per darle significato e contesto.

Con la conferma della morte del compagno Santiago Maldonado che ha focalizzato l’occhio del mondo sul conflitto Mapuche e sul suo sviluppo, abbiamo deciso di attaccare questo simbolo dello Stato argentino per esprimere solidarietà con la causa degli oppressi – in questo caso il popolo Mapuche, e per vendicare e rivendicare il nostro compagno caduto.

...

Grenoble [Francia]: Incendi solidali (27/10/2017) [it]

Nella notte tra 26 e 27 ottobre abbiamo incendiato tre veicoli nella via Jean Perrot a Grenoble, cioè un veicolo della SPIE (azienda che si ingrassa costruendo carceri), una macchina di una ditta di sicurezza privata, e un veicolo della Schindler. Abbiamo anche cercato di incendiare una Jaguar ma, per ragioni oscure, sembra che ne sia uscita solo con qualche traccia sulla carrozzeria e con le gomme fuse.

Con questo gesto vogliamo inviare la nostra solidarietà a Ghespe e Paska, oggi detenuti in Italia a seguito dell’ondata di arresti nell’agosto scorso, ai due incarcerati per la storia della sbirro-mobile bruciata. Ci rallegriamo anche dei recenti attacchi contro gli sbirri a Limoges, a Clermont e a Isère, ed esprimiamo il nostro sostegno agli incendiari tuttora anonimi.

Repubblica Ceca: Processo Fenix – Tutti assolti (09/2017) [it]

3 anni di mancanza di prove – 3 anni che hanno rovinato le nostre vite

Il clamoroso caso Fenix, che consiste in numerose accuse di molti crimini, dalla cosidetta “istigazione al terrorismo” alla preparazione di attacchi terroristici. Queste erano le più discusse all’ultima udienza presso il Tribunale Municipale di Praga. Durante il verdetto la giudice ha assolto tutti i cinque incriminati del caso Fenix 1. È questa una vittoria? Perché questa decisione non è definitiva? Il seguente articolo è una traduzione della sintesi di udienze e alcune analisi sulla nostra situazione ed esperienze scritta un mese fa, originariamente redatta in lingua ceca.

...