Czech Republic: “Kronika odporu” – new anarchist counter-information project [en]

Chronicle of Resistance

For a long time, we hesitated how we would take the word. First of all, we have led discussions that have allowed us to understand what we have. Then we set up this site kronika.noblogs.org about global anarchist practice. That’s what we missed here, and that makes sense to us.

There are many important topics and we do not have the capacity to do it with everyone. We will try to bring at least some information about attacks, campaigns, projects, communiqués ... about living anarchist practices.

...

Su una farsa e la confusione che rivela [it]

No, i tempi attuali decisamente non sono favorevoli alle idee. Appiattite da protesi tecnologiche, svuotate dalla mancanza di un orizzonte completamente diverso ed emaciate dalla devastazione di mondi interni e della sensibilità, i nostri contemporanei non sono molto interessati alle idee. Preferiscono le chiacchiere, ripetono ciò che li è stato detto, esibiscono le proprie opinioni... tutto assai diverso dalle idee, da quei “pensieri armati”. I nostri tempo assistono ad un progetto di proporzioni quasi inimmaginabili in continuo sviluppo, perfezionamento e riadeguamento nei laboratori del potere: non solo che il dominio sta estendendo incessantemente la sua rete di controllo e repressione, la quale – nonostante il continuo martellamento della propaganda che gli occhi dei padroni sono ovunque – può sempre essere superata e distrutta dai ribelli muniti di coraggio e fantasia, ma sta anche attaccando, in un modo determinato e dotato di potenti strumenti che prima non erano a sua disposizione, la capacità critica, la sensibilità etica, l’immaginazione che ci portano oltre questo inferno quotidiano. Un tale progetto non dovrebbe provocare null’altro che una rabbia feroce tra coloro che vogliono abbattere il dominio.

...

Italia: La Sibilla – La voce dell’Appennino contro il gasdotto Snam [it]

Per dare risposta alle tante persone che ci chiedono disponibilità di maggiori informazioni, finalmente abbiamo creato La Sibilla, uno strumento telematico per dare voce alla lotta contro il gasdotto Snam. Senza pretese di universalismo, impossibile oltre tutto dato che si tratta di un’opera di 700 km, rimaniamo centrati sul punto di vista della Valnerina e dei Monti Sibillini, come suggestivamente recita il titolo.

Non sappiamo quanto tempo avremo per aggiornalo, il modo più sicuro di contattarci e sapere cosa facciamo rimane quello di venirci a trovare in valle e in montagna.

...

“Fifth Estate” Mirror Site [en]

The mirror site fifthestate.anarchistlibraries.net is a backup for the main site at www.fifthestate.org and provides an alternate interface to the archive of articles and resources.


About “Fifth Estate”
The Fifth Estate, founded in 1965, is an anarchist, anti-capitalist, and anti-authoritarian, anti-profit project published cooperatively by a volunteer collective of friends and comrades. We are committed to non-dogmatic, action-oriented writing and activity to bring about a new world. We are a decentralized collective of individuals from across North America. We come from a diverse array of backgrounds and personal experiences, but share a common passion: to see anarchist ideas and messages brought to print and shared with people the world over. Although the editorial collective makes all decisions involving the content we print, the Fifth Estate would not exist without the time and talent of dozens of people who contribute to the writing, editing, proofreading, art, graphic design, distribution, and day-to-day business of keeping this project going issue after issue.

...

325: Static / Continues – July 2018 [it]

After a brief pause we resume an irregular publishing rhythm fueled by our hatred of this techno-prison world. Our last few months were busy with shaping our small project for the future. In the coming weeks we’ll be posting a new Dark Nights zine as well as some solidarity posters and other compilations of writings.

Recently we caught this podcast with an anarchist comrade in Yogyakarta talking about the Mayday riot case and the call to ‘Kill the Sultan’. 44 comrades were arrested and comrade Ucil was beaten and held incommunicado for molotov attacking police vehicles. Many comrades either have cases pending or are still wanted for the riot and are investigated. Check out this post and help out.

...

325 is back [en]

The anarchist counter-information site 325 is active again (after a period of stand-by).

Welcome back comrades!

Nothing is over, everything continues!

anarhija.info


E’ stato aperto il sito internet Selva [it]

e-s-e-stato-aperto-il-sito-internet-selva-it-2.jpg

E’ stato aperto il sito internet Selva.

Non è una agenda di eventi ed appuntamenti. Non è aggiornato continuamente e costantemente. Non è spazio per luoghi comuni e slogan militanti. Non rappresenta alcuna collettività e nemmeno aspira a farlo. E’ uno strumento telematico contenente testi anarchici. Idee e parole che non sono destinate ad essere contemplate, racchiuse tra le pagine della storia o gettate nella miseria di internet.

Per contatti: selva[chiocciola]bruttocarattere[punto]org

selva.noblogs.org

Italia: Online nuovo sito degli Anarchici fiorentini [it]

panicoanarchico.noblogs.org

Nonostante non siamo mai stati veementi sostenitori (nonchè utilizzatori) dei nuovi media, che si sono prepotentemente e arrogantemente imposti nelle vite di noi tutti, abbiamo deciso di aprire questo blog per dare un po’ di visibilità in più, seppur virtuale, alla situazione repressiva che perdura a Firenze contro gli anarchici ormai da più di un anno (ed in particolar modo, alla carcerazione del nostro compagno Ghespe): nella sezione “aggiornamenti repressione” troverete via via i comunicati, volantini, testi e quant’altro è uscito ed uscirà a proposito della situazione fiorentina. Questa sezione è quella strutturata classicamente a blog, con i posts cronologici. I commenti sono disabilitati: tanti spazi web sono diventi un pubblico immondezzaio a forza di commenti di agguerriti parolieri moderni. Crediamo che ci siano luoghi (magari fisici) molto migliori di questo per avere un confronto ed un dibattito.

...

Messico: Propagación Anárquica – Nuovo progetto di diffusione anarchica [it]

propagacionanarquica.noblogs.org

Propagación anárquica” è uno strumento di contro-informazione che cerca di focalizzarsi su differenti lotte e resistenze anarchiche – o là dove è presente una partecipazione anarchica e/o di ribelli affini – che sono in rottura con lo Stato e i suoi meccanismi di mediazione, cooptazione, pacificazione e di recupero sul territorio dominato dallo Stato messicano (essenzialmente), poiché notiamo una necessità di generare analisi, pratiche e critiche in base alla realtà attuale, che collegano i sovversivi della regione, impegnati in pratiche e progetti concreti, ma in cerca anche di legami internazionali, siccome il domino è globale anche la lotta anti-autoritaria e la solidarietà devono essere tali.

...

Nothing is over, everything continues… [en]

Project of anarchist counter-information Fire On The Horizon:

For 5 years now our group of comrades has been involved in two projects that have striven to shed light in the darkness that is the ‘prison island.’ The original desire was to continue the legacy that anarchist-nihilist comrade Darko Mathers had begun with his own similar project. It was not our intention to copy or imitate, but to continue in our own way a much needed dissemination of anti-social, individualistic, nihilistic, anti-civilisation, insurrectionary anarchy along with a healthy influx of attacks that were not necessary linked to the anarchic circles but fitted within what can be done on this island of passivity. At moments we also included influences from comrades abroad to spread the anarchy of praxis but also to show limited international solidarity.

...

Nulla è finito, tutto continua... [it]

Sito di contro-informazione anarchica Fire On The Horizon:

Per cinque anni il nostro gruppo di compagni era coinvolto in due progetti, che si sono impegnati a illuminare l’oscurità “dell’isola carceraria” [Regno Unito, ndt]. Il desiderio iniziale era di portare avanti il lascito che il compagno anarco-nichilista Darko Mathers aveva iniziato con propri progetti simili. Non era nostra intenzione di copiare o di imitare, ma di continuare a modo nostro l’indispensabile diffusione dell’anarchia anti-sociale, individualista, nichilista, anti-civilizzatrice, insurrezionale, assieme ad un sano afflusso di attacchi, non necessariamente connessi agli ambienti anarchici, ma appropriati a ciò che può essere fatto su questa isola di passività. In certi momenti abbiamo incluso anche influenze da compagni all’estero per diffondere l’anarchia d’azione, ma anche per esprimere una modesta solidarietà internazionale.

...

Warrior Up – Tecniche per sabotare le infrastrutture capitaliste e le industrie estrattive [it]

“La questione non è più una questione di teoria, ma di pratica: Come bloccare i flussi del capitalismo per fermare il degrado ecologico e lo sfruttamento umano? Può finire con una guerra sociale generalizzata, ma inizia con gruppi di amici. Mano nella mano, gruppi di amici possono coordinarsi per fermare il flusso di merci e carbone. Flettendo i loro muscoli, forse solo per un’ora. Poi un giorno. Poi un mese. L’obiettivo: per sempre.” – Introduction to the Apocalypse

Warriorup.noblogs.org è un progetto di ricerca aperto a qualsiasi input anonimo, che guarda alle infrastrutture e alle industrie estrattive da cui l’economia capitalista dipende: come funzionano e come sono vulnerabili all’azione diretta.

...

325: Riflessione – Sito sospeso fino a primavera 2018 (26/11/2017) [it]

La contro-informazione anarchica e insurrezionale è un altro metodo di sovversione mirante all’attacco contro il paradigma dominante dell’esistente e il suo tentativo di controllare narrative e percezioni generalizzate. Essa è anche uno strumento per diffondere idee radicali e critiche, che possono contribuire e creare campagne di azione diretta a livello internazionale.

Il nostro progetto è solo un altro gruppo di una rete informale di contro-informazione e traduzioni, dove gruppi possono scambiare e comunicare. E’ da 12 anni che gestiamo questo sito, dove abbiamo contribuito alla guerra anarchica contro molti Stati e corporazione che ci voglio eliminare.

...

Brasile: Sull’Operazione Érebo (11/2017) [it]

“L’Operazione Érebo” la terra si muove. Agitazioni e riflessioni anarchiche il vento soffia.

All’alba di 25 ottobre 2017, il cielo si è oscurato per gli anarchici di Porto Alegre. La Polizia Civile ha, con la cosiddetta “Operazione Érebo”, lanciato assalti e perquisizioni, riprese dai media locali e trasmesse dagli altoparlanti del sistema a massimo volume.

Da questa reazione di polizia, dallo spettacolo e strazio mediatico, e dall’agitazione nell’ambiente anarchico, mille e una necessità, urgenza, idea, impulsi e sentimenti ci hanno attraversato. Da questa riflessione nasce questa volontà di comunicare. Puntiamo la nostra determinazione contro il nemico e consolidiamo il passo con quelli che vivono l’anarchica nelle sue posizione e pratiche.

...

Portogallo: Tormentas de Fogo – Novo sito di contra-informazione [it]


TORMENTAS DE FOGONUOVO SITO ANARCHICO DI CONTRA-INFORMAZIONE MULTILINGUE
(PORTOGHESE, INGLESE, ITALIANO) – tormentasdefogo@riseup.net

p-t-portogallo-tormentas-de-fogo-novo-sito-di-cont-1.png

Berna [Svizzera]: Attacco di solidarietà contro l’ambasciata tedesca (29/08/2017) [it]

La notte scorsa [tra 28 e 29 agosto], abbiamo attaccato con la pittura l’ambasciata tedesca di Berna. Questa azione è stata eseguita in solidarietà con tutti le persone ferite, incarcerate, condannate e ribelli nelle manifestazioni contro il vertice di G20 ad Amburgo, e anche con quelle che si oppongono alla criminalizzazione e al divieto della piattaforma di Linksunten.indymedia. Le persone che non si lasciano pacificare con le condizioni esistenti vengono perseguite e punite con più grande fermezza.
Più di trenta persone si trovano ancora oggi in carcere, in parte per motivi inattendibili. Altri soffrono ancora oggi le conseguenze della repressione. Chi fisicamente per colpi di manganello, fratture, chi psicologicamente per l’atteggiamento barbarico degli sbirri. L’aggressione bestiale contro la manifestazione Welcome to Hell o le multiple lesioni gravi a Rodenbarg (in occasione del blocco di venerdì 7/07) sono solo qualche esempio.
Ieri una persona di 21 anni è stata condannata a 2 anni e 7 mesi di carcere, e ci saranno altri processi nei
...

Amburgo [Germania]: Processati gli accusati dell’anti-vertice di G20 (08/2017) [it]

Da questo lunedì, 28 agosto, quasi due mesi dalla fine di G20, sono iniziati i processi contro le persone accusate, tutte in custodia cautelare ad Amburgo.
Due processi si sono già conclusi e i prossimi si aspettano nei giorni successivi.

Primo processo (28/08/2017): 2 anni e 7 mesi di carcere per un presunto manifestante. Danese, di 21 anni, accusato di aver lanciato 2 bottiglie contro uno sbirro durante la protesta “Welcome to Hell” di 6 luglio. Le accuse sono “aggressione con gravi lesioni personali a pubblico ufficiale”, “gravi disturbi di ordine pubblico” e “ribellione”. Il giudice ha colpito duro, infliggendo una pena detentiva di 2 anni e 7 mesi. Questa sentenza va oltre la richiesta del P.M., il quale aveva chiesto un anno e nove mesi. Il giudice ha giustificato la propria decisione con la nuova legge rivolta a rafforzare la protezione di agenti dello Stato durante il servizio, entrata in vigore il
...

Governo tedesco chiude Indymedia (25/08/2017) [it]

Se stanotte verranno per noi, puoi stare sicuro che domani mattina verranno anche per te.

Il governo tedesco ha chiuso il sito dell’Indiymedia tedesca, la più utilizzata piattaforma di lingua tedesca per organizzazione e politica radicale. Ci sono state perquisizioni a Friburgo per sequestrare computer e maltrattare coloro che accusano di essere i gestori del sito, giustificando assurdamente che i presunti gestori costituirebbero un’organizzazione illegale con finalità di distruggere la costituzione tedesca. Questo rappresenta un forte inasprimento di repressione statale contro ciò che le autorità chiamano “l’estremismo di estrema sinistra”, suggerendo ipocritamente un’equivalenza tra quelli che cercano di costruire delle comunità fuori dalla portata della violenza statale e i neo-nazi che si organizzano per realizzare attacchi e omicidi come quelli a Charlottesville la settimana scorsa.
Indymedia viene fondata in Germania nel 2001 come de.indymedia.org; una seconda versione appare nel 2008 come linksunten.indymedia.org. Quest’ultima è fu fondata per focalizzarsi sulle politiche radicali nella Germania meridionale, ma ben presto diventò il sito più usato per gli attivisti di lingua tedesca. Come l’originale pagina di Indymedia tedesca diventava tecnicamente sempre più obsoleta e sommersa da troll, così sempre più persone passavano su linksunten.indymedia.org. Nel 2013 de.indymedia.org viene quasi chiusa a causa di pochissime persone coinvolte.
Negli ultimi anni sempre più attenzione è venuta a concentrarsi intorno a linksunten, che offre uno spazio alle persone per pubblicare in modo anonimo. Ad esempio, nel 2011 apparve sulla piattaforma un comunicato che rivendicava un sabotaggio politicamente motivato dell’infrastruttura della metro berlinese. Il sito era utilizzato anche per diffondere informazioni su fascisti e neo-nazi. Nel 2016 un articolo su linskunten presentava dati completi su ogni partecipante alla convenzione del partito nazionalista di estrema destra “Alternativa per la Germania” (Alternative für Deutschland, o AfD), per un totale di 3000 nomi. Questo ulteriormente attrasse attenzioni ostili dei
...

Saint-Laurent-Sous-Coiron (Ardèche) [Francia]: Comunicazione nemica andata in fumo (07/2017) [it]

Attacco incendiario contro un pilone di telecomunicazioni
Nelle vicinanze del Colle dell’Escrinet, punto culminante della via che assicura il collegamento tra Privas e Aubenas; un ripetitore, un gruppo di edifici d’ispirazione militare, una recinzione di 30 passi per 30, dei marchi ben conosciuti, Bouygues, SFR, Free, Orange.
Ed è qui che abbiamo deciso di attaccare, qui dove si concentrano le tecnologie necessarie alla copertura di migliaia di case per telefonia fissa e mobile, TV e radio. Qui dove possiamo provocare una sincope temporanea nel frenetico flusso di informazioni e telecomunicazioni.
La decerebrazione catodica, l’abbrutimento radiofonico o l’alienazione profonda causata dai telefoni, per noi è insopportabile. Non faremo qui una critica argomentata dei media, perché i danni evidenti che essi fanno obbligano piuttosto gli imbecilli a difenderli che noi a condannarli. Non ci culliamo nell’illusione di smantellare le aziende colpevoli di avvelenamento di coscienze, né nella speranza di attivare un risveglio di queste coscienze. Se certe persone si rallegrano di questa breve tregua dall’inferno comunicazionale, tanto meglio, le altre, che si fottano. Che continuino a pagare i loro abbonamenti, a comprare nuovi schermi, a mettere i tablet nelle mani dei bambini. Noi non lottiamo contro di loro, al contrario, loro fanno parte del problema.
Partendo dal fatto che la tecnostruttura che ci incatena è onnipresente, possiamo sabotarla ovunque, in ogni momento. Lanciandoci temerariamente all’assalto delle
...

Italy: Activities of CNA blog suspended (22/06/2017) [en]

The blog of Croce Nera suspends (temporary?) its activity in view of the need for a confrontation between editors.
Updates will follow.

Italy: Update on the 2nd part of Op. “Scripta Manent” (06/06/2017) [en]

FIRE... TO MAKE

On 2 June 2017, the DIGOS [politica police], by order of the Turin Prosecutor’s Office puppet, Roberto M. Sparagna, has launched the notifications against me and against six other anarchist comrades of mine, concerning a new inquiry.
Shortly, it’s about the closing of investigations of a further inquiry parallel to the one named “Scripta Manent”, focusing its attentions on anarchist web-sites RadioAzione, Anarhija.info and Croce Nera Anarchica.

Regarding Croce Nera Anarchica, the paper journal is also targeted, its printing and its distribution, some of its particular texts, and who organized its presentations in Italy.
The charges are for everyone: 270bis (subversive association with purposes of terrorism) in conjunction with the anarchist comrades under investigation in the first part of the OP. Scripta Manent for the same things, and 414 of penal code (criminal solicitation, always with purposes of terrorism), clandestine press, translations of texts, preparation, incitement, defending of criminal acts, conception and spreading through the web-sites and journals of ideological “insurrectionist-armed struggle” propaganda, money rising to support the imprisoned comrades. Furthermore, two of us are charged under the article 280 (attack with purposes of terrorism) for the attack against the courthouse of Civitavecchia, on 12 January 2016 signed by “Pyrotechnical committee for an extraordinary year F.A.I.-F.R.I.”.
In addition, on June 5th, during the preliminary hearing for OP. “Scripta Manent”, the miserable Sparagna has requested that the two lines of inquiry be merged, producing
...

Italy: About the investigations against RadioAzione, Anarhija.info and Croce Nera Anarchica [en]

Yesterday, June 2nd, the DIGOS [political police] knocked on the doors of my house and of six other comrades’ to notify us of the closure of preliminary inquiries for a further investigation by the Public prosecutor of Turin and the prosecutor Roberto Sparagna [in charge of Scripta Manent], parallel to the investigation called “Scripta manent”, focusing on the anarchist web-sites of counter-information RadioAzione, Anarhija.info and Croce Nera Anarchica.

Concerning Croce Nera Anarchica, the paper journal is also targeted, as well as its distribution and who organized the presentation of the same journal in Italy.
The articles in question are: 270bis (subversive association with the purposes of terrorism) and 414 (criminal solicitation). A further article, 280 (attack with the purposes of terrorism), is referring to two of the comrades.
Translation of texts, predisposition, solicitation, defending of criminal acts, conception and dissemination through the web-sites and journals of ideological “insurrectionist-armed struggle” propaganda, money raising to support the imprisoned comrades, and the attack against a substation of Enel [manufacturer and distributor of electricity and gas] in Civitavecchia, January 12th, 2016, signed by “Pyrotechnical committee for an extraordinary year F.A.I.-F.R.I.”.
This is the human misery produced by
...

Francia: “Sans Attendre Demain” – nuovo sito anarchico in lingua francese [it]

sansattendre.noblogs.org

Presentazione

“Sans Attendre Demain” [senza attendere domani, ndt.] intende essere un trasmettitore di lotte anarchiche in Francia e in altre parti del mondo, ma anche uno strumento di diffusione di idee anarchiche, senza dogmatismi e ideologie. Esso non vuole in alcun modo sostituirsi ai disordini di strada. L’obiettivo di questo sito è, dunque, raccogliere non solo tracce di rivolta contro tutte le forme di autorità, sia esssa religiosa, statale o capitalista, ma anche condividere analisi e critiche anti-autoritarie dall’ambiente rivoluzionario dell’Esagono [Francia, ndt.] che ci appaiono interessanti. Inoltre, uno spazio viene dedicato alla pubblicazione di volantini, opuscoli e manifesti anarchici.

Per l’insurrezione! Per l’anarchia!

Potete contribuire al sito inviando testi, comunicati all’indirizzo sansattendre[at]riseup.net

PS: Da astenersi i cittadini.

Lukáš Borl
Izbjeći nadzor države [hr]

Anarhist sam, pobunjenik, a to za mene mnogo znači. Između ostalog, da mi prijete isti oni protiv kojih se borim. Među svim drugim pobunjenicama, s nama, anarhistima, stvar je složenija. Uvijek nam prijeti opasnost, bez obzira u koje vrijeme ili na kojem mjestu mi živjeli – kao borci protiv svih država anarhisti se uvijek nalaze pod prijetnjom represije i nasilja. U monarhiji, teokraciji, u fašističkoj ili boljševičkoj diktaturi, isto kao i u vrijeme liberalne demokracije. Svi bi anarhisti trebali živjeti sa spoznajom da se svaki dan može pojaviti pesnica državne represije.

No, premda sam oduvijek osjećao tu prijetnju, kroz godine moje anarhističke aktivnosti taj sam osjećao prilično umrtvio. Nije me previše emocionalno dodirnulo kada su se pojavili neki od učestalo ponavljanih oblika represije. Postali su rutina. U svakom trenutku panduri nasilnički napadaju anarhističke prosvjede ili deložiraju skvotove. Svako toliko nekog uhapse, da bi ga nakon nekog vremena otpustili uz novčanu kaznu ili na uvjetnu slobodu. Ništa posebno u anarhističkoj sredini. Ne moramo zbog toga pasti u očaj, trebamo se samo znati nositi s takvim situacijama. Ja sam se počeo neminovno susretati s tim uzastopnim problemima zbog anarhističkih aktivnosti. Trebamo to samo držati na umu, da ako se netko bori protiv države onda će mu ta ista država i uzvratiti
...

UK: "FIRE ON THE HORIZON" - NOVI KONTRA-INFO PROJEKT [hr]

fireonthehorizon.noblogs.org
Krečući se prema idućem "Požaru na horizontu"
Za početak, ne zanimaju nas dugački uvodi, protiv smo rječitih tekstova koji doprinose našoj teoriji ali ne dovoljno i djelu!
Projekt "Fire on the Horizon" govorit će sam za sebe, šireći kontrainformaciju o sukobu s otokom zatvorom. Kako bi potaknuo, otvorio oči, dopro do slobodoumnih, rasplamsao bijes suučesnika koji su voljni da se probude i djeluju po svojim vlastitim individualnim željama. Ne zanima nas traženje suglasnosti kako bi vladali masama, niti bezuvjetno prihvaćanje lažnih obećanja o utopijama, doktrinama, ideologijama koji doprinose stvaranju novih autoriteta.
Zanima nas neprekidni sukob, beskonačni ustanak, volja da se napuste kavezi, umjesto da jednostavno sjedimo na njima, kako bi divlja kaotična anarhija slobodno letjela, uzdigla se iznad noćne more tehnološke metropole sastavljene od nadzora i reda...
Krećemo se prema idućem požaru na horizontu!

"Te noći gledali smo netremice horizont i vidjeli brojne zvijezde padalice koje su ispisivale svoje kaotične putove. I brojali smo ih ponovno i ponovno, zamislili želje, izračunali vjerojatnosti. Znali smo da naša želja za slobodnim životom mora kročiti preko svega što nas guši, ubija, uništava, zato smo uronili u prazninu kao zvijezde padalice koje smo gledali. Nakon što su bezbrojne zvijezde pale, možda je vrijeme da padne i naša zvijezda, tko zna? Da smo posjedovali spreman odgovor ne bi bili postali ono što jesmo, nego sebični bijednici koji bi da uče narod kako postati glodavci koji se međusobno žderu, kao što to oni čine danas. Ipak, mi i dalje ostajemo neumoljivi i tvrdoglavi, kao ljudi našeg soja. A oni među nama koji su zatvorili oči u mukama i otputovali daleko, i dalje netremice gledaju ono noćno nebo koje smo i mi promatrali. I gledaju nas padati, predivne i sjajne zvijezde. Sada je na nama red. Sada, bez oklijevanja, mi padamo."

...