Madrid [Spagna]: Sabotati bancomat nell’ambito della Settimana internazionale di solidarietà con i detenuti anarchici (23-30/08/2018) [it]

Durante la Settimana Internazionale in Solidarietà con i Detenuti Anarchici è stata sabotata oltre una dozzina di bancomat in diversi quartieri di Madrid. Gli strumenti per questo tipo di sabotaggio sono facili e semplici: martelli e bombolette.

Consideriamo la solidarietà come continuazione della lotta che ha portato i nostri compagni nelle carceri dello Stato. La solidarietà anarchica è molto più della mera parola o del lavoro di assistenza ai detenuti. Questa solidarietà si materializza nell’attacco alle strutture del capitalismo e dello Stato, e cerca di intensificare il conflitto attraverso l’azione diretta. Abbasso i muri delle prigioni. Viva l’anarchia

...

“Rendirse Jamás” Recopilación de declaraciones y cartas de anarquistas prisionerxs de la guerra social [it]

Download: PDF

Contenuto:
- Dichiarazione di Alfredo Cospito
- Scritto di Lisa, anarchica detenuta per rapina ad Aquisgrana
- Dichiarazione di Nikos Romanos. Detenuto anarchico
- Dichiarazione politica di Panagiotis Argyrou al processo per tentativo di fuga delle CCF
- Discorso davanti al giudice per i fatti del 29-M
- Lettera di Cedar sulle accuse di cospirazione, il carcere di Baton e la solidarietà

Alcune parole d’introduzione...
Questa raccolta che tieni tra le tue mani nasce nella Settimana di Solidarietà Internazionale con gli Anarchici Detenuti. Abbiamo deciso di raccogliere le dichiarazioni dei compagni di fronte ai giudici che pretendevano di imporre punizioni, o lettere di riflessione dentro questi muri. Le loro parole affilate tagliano con determinazione, mantenendo la fermezza davanti la forza morale della legge e dei suoi lacchè. Questo punto di non ritorno che caratterizza gli anarchici, dove cedere significa smettere di vivere, si trasmette non solo con le azioni per le quali sono stati incarcerati fisicamente, ma anche attraverso la loro attitudine comabattiva contro le persone che esercitano il potere sui loro corpi in quei momenti.

...

Spagna: Attacco in risposta ai recenti mandati europei per il G20 di Amburgo (21/06/2018) [it]

Nelle prime ore del mattino del 20-21 giugno, l’ufficio del Banco Santander a Ciudad Universitaria è stato incendiato. Non abbiamo bisogno di un vertice finanziario internazionale per odiare e attaccare il capitalismo e le sue strutture. Con questa azione vogliamo inviare tutta la nostra forza e solidarietà alle persone che subiscono la repressione per aver lottato contro il G20 di Amburgo. La guerra è ovunque. Per l’anarchia.

(trad. e pubb. da RoundRobin)

Galizia [Spagna]: I valore del vetro [it]

Alcuni poveri vetri sono andati in frantumi. Pare che abbiano sofferto molto, a giudicare dall’orrore suscitato tra politici benpensanti e cittadini rispettabili. Devono aver passato veramente un brutto momento quando dei spietati delinquenti hanno deciso di colpirli brutalmente, avvolti nel buio della notte. Non come gli occupanti ai quali hanno aperto la testa a manganellate, questo è molto più normale e non è spietato. Tutti sanno che le manganellate ai punkabbestia sono uno dei gesti più rispettabili in uno Stato di diritto... ma i poveri vetri, loro sì che hanno dovuto sopportare sofferenze inenarrabili nel loro doloroso martirio. E tutti sanno anche che il nostro sistema democratico si basa molto di più su vetrine che su teste spaccate della marmaglia dissidente.

...

Galizia [Spagna]: Custodia cautelare per uno degli arrestati per lo sgombero di Insumisa [it]

Nota di ContraMadriz: estraiamo le seguente informazione da diverse notizie apparse sui siti di controinformazione. L’attacco contro le occupazioni continua, questa volta con il bastone, invece della carota di negoziazione. Ricordiamo che viviamo momenti di conflitto e di lotta in difesa dell’occupazione come arma rivoluzionaria, come ben ci ricordano diverse mail ricevute in merito al mese di maggio in difesa dell’occupazione, tra molti altri indicatori. Per leggere clicca qui, qui, qui e qui.

...

Madrid [Spagna]: Attacchi contro le immobiliari in difesa dell’occupazione nella fine di maggio [it]

Il mese di maggio si è concluso con attacchi contro diverse società immobiliari in diversi quartieri di Madrid. L’obiettivo è quello di colpire queste entità capitaliste che fanno parte del tessuto speculativo del capitalismo e dello Stato. Negli ultimi tempi abbiamo assistito a una duplice strategia di disattivazione e recupero della occupazione da parte del sistema: rafforzamento delle leggi che perseguono le occupazioni e aumento degli sfratti e, in parallelo, la ricerca della resa attraverso la negoziazione e l’eventuale legalizzazione di spazi. Questi tentativi di recupero sono intesi a indebolire l’azione diretta e la messa in discussione della proprietà privata, le basi su cui si radica l’occupazione come arma di lotta e attacco alle logiche di potenza.

...

Spagna: Presentazione dell’opuscolo “Hasta que Todes Seamos Libres”, in lingua spagnola [it]

I compagni organizzatori dell’Incontro di Distributori ed Editori Anticommerciali di Palencia hanno realizzato un’altro anno tra la fine di marzo e gli inizi di aprile, inviando per mail l’audio di una chiacchierata svolta durante questa iniziativa, in cui è stato anche presentato, da parte dell’autore, l’opuscolo “Hasta que Todes Seamos Libres: Una Mirada Crítica Antiautoritaria a los Vicios de la Lucha Contra el Especismo”, scritto e pubblicato dal collettivo di edizioni e distribuzioni Distribuidora Anarquista Polaris (Galizia), e che affronta varie cause e conseguenze di mancate chiare posizioni politiche, come pure di approcci radicali nella gran parte di ciò che è conosciuto come “movimento animalista” o “per i diritti degli animali”. La pubblicazione può essere letta online/scaricata cliccando qui (e qui per la copertina).

Operazione repressiva europea a partire dai disordini durante il G20 di Amburgo – Aggiornamento [it]

Il 29 maggio, alle 6 di mattina, è stata lanciata un’operazione repressiva a livello internazionale, orchestrata dal gruppo di polizia investigativa tedesca “Schwarzer Block” (Blocco Nero). Questa operazione ha già ottenuto risultati in Francia, Svizzera, Italia e Spagna.

Visto che la polizia tedesca ha perso il controllo nella sua più grande e più militarizzata operazione del secolo – Visto che abbiamo preso le strade durante le proteste contro il G20 ad Amburgo la scorsa estate, dimostrando allo Stato che non ci può controllare completamente, neanche con la forza – Lo Stato tedesco sta cercando persone per incolpare e punire, persone con le quali rappresentare la rivolta di G20 e la sua conseguente repressione.

...

Madrid [Spagna]: Operazione repressiva europea a partire dai disordini durante il G20 di Amburgo [it]

Nota di ContraMadriz: in attesa di più informazioni, riportiamo l’articolo seguente dalla stampa borghese. In questo si dice che si tratta di un’operazione diretta dalla polizia tedesca in Francia, Italia, Svizzera e Spagna, con il coordinamento delle forze poliziesche locali. In Spagna si è saputo di tre perquisizioni, due a Carabanchel e un’altra in Calle Bravo Murillo (Madrid). L’obiettivo è quello di arrestare persone implicate durante le proteste contro il G20 ad Amburgo, identificate in immagini e fotografie. Non dimentichiamo che la polizia tedesca aveva creato una pagina web con foto di attivisti durante gli scontri e le proteste.

...

Madrid [Spagna]: Distrutto veicolo di un’agenzia immobiliare (07/05/2018) [it]

All’alba del 7 maggio è stata distrutta una macchina dell’agenzia immobiliare “Don Piso” nel quartiere di Vallekas. Vallekas, come tanti altri quartieri di Madrid, subisce le conseguenze dei processi di gentrificazione che lo Stato e il capitalismo attuano nelle grandi città. La speculazione capitalista trasforma i quartieri in grandi centri commerciali pacificati, completamente sommersi dal controllo sociale, dove la logica di consumo e sfruttamento rimane l’unica forma possibile di rapporto. I responsabili possiedono nome e cognome: partiti politici, amministrazione comunale, giornalisti, aziende, sbirri, banche, agenzie immobiliari... tante teste di una stessa idra.

...

Madrid [Spagna]: Attaccati uffici di agenzie immobiliari (17/04/2018) [it]

Nella notte del 17 aprile sono stati distrutti con martello i vetri di due agenzie immobiliari nel quartiere di Tetuán. Sulle facciate sono state lasciate messaggi “Speculatori” e “Le case sono di chi le abita” con una A cerchiata.

La stigmatizzazione e il baccano mediatico erano solo la prima parte e un precedente perfetto per riempire il quartiere di polizia. L’annuncio dell’imminente installazione di videosorveglianza nella zona di Alvarado sembra essere un modo perfetto per rafforzare le vessazioni della polizia, in aumento da più di un anno.

...

Madrid [Spagna]: Incendiato bancomat in solidarietà con la compagna anarchica condannata in Germania per l’esproprio di una banca (11/04/2018) [it]

Il 13 aprile si compie il secondo anno di detenzione della compagna anarchica Lisa, arrestata in un’operazione di polizia coordinata dai mossos d’esquadra [polizia catalana, ndt] e dalla polizia tedesca. La compagna da allora è stata detenuta in diverse prigioni spagnole e tedesche (dove si trova tuttora). Recentemente la compagna è stata condannata da un tribunale tedesco a 7 anni di carcere, accusata di aver espropriato una banca ad Aquisgrana (Germania).

Nella mattina dell’11 aprile è stato incendiato un bancomat di Bankia in vallekas (Madrid), in via Carlos Martín Álvarez, e sono state lasciate delle scritte di solidarietà con la compagna.

...

Barcellona [Spagna]: Attacco esplosivo contro concessionario Mercedes (01/04/2018) [it]

Nella notte tra il 31 marzo e il 1° aprile, a mezzanotte, abbiamo collocato un ordigno artigianale, composto da due bombole di gas con 100 grammi di polvere da sparo come detonatore, nel concessionario della Mercedes in via Augusta 238.
Non sentiamo il bisogno di giustificare un attacco al concessionario Mercedes nel quartiere elegante di Barcellona.

Nonostante l’isteria del controllo antiterrorismo, l’attacco è possibile. Con i mezzi che ognuno ha a propria disposizione, sapendo che ogni azione conta e che tutti noi siamo indispensabili.

...

[Spagna] Il contesto della solidarietà [it]

Il termine solidarietà fa riferimento ad un concetto molto ampio, che può essere applicato a diversi ambiti della vita e della lotta anarchica (i quali dovrebbero essere la stessa cosa, ma non sempre lo sono) e con diverse interpretazioni. Per restringere un po’ le analisi andremo qui a riferirci alla solidarietà in situazioni di repressione, nel contesto del regno di Spagna, cercando di esaminare diversi significati del termine e come vengono messi in pratica nella suddetta area geografica e politica.

...

Spagna: Nuova pubblicazione anarchica “Infamia” (03/2018) [it]

Nuova pubblicazione anarchica di Madrid. Grautita.
Potete scaricarla cliccando qui.
Riportiamo qui l’editoriale.
Per ordini e altri contatti scrivere a: publicacioninfamia@autistici.org


Nell’epoca dell’antica Roma l’infamia significava la riduzione dell’onore del cittadino. Si veniva colpiti per aver commesso un atto vergognoso o vile, a seguito del quale il censore discreditava la persona inserendola nella categoria di infame. In questo modo la persona colpita non poteva accedere alle cariche pubbliche, né votare alle elezioni, e questo limitava le sue facoltà sociali e giuridiche.

...

Madrid [Spagna]: Attaccata un’agenzia immobiliare nel quartiere di Vallekas (28/02/2018) [it]

La scorsa notte, tra il 27 e il 28 febbraio, sono state spaccati a colpi di martello i vetri di un’agenzia immobiliare in via Monte Igueldo. E’ stato lasciato un messaggio scritto con vernice, che diceva “guerra alla speculazione capitalista”.

Questa azione s’inserisce nell’attuale contesto dell’intento di trasformazione urbana del quartiere di Vallekas da parte del capitalismo e Stato. Videosorveglianza, speculazione immobiliare, controlli di polizia, razzismo, persecuzioni di occupazioni... è tutto quello che sta dietro la campagna mediatica contro i “narcotrafficanti”, utilizzati come cavallo di Troia per legittimare i cambiamenti nel quartiere che il mercato e lo Stato considerano opportuni.

...

Madrid [Spagna]: Alcune considerazioni sulla nuova video-sorveglianza nel quartiere di Vallekas (02/2018) [it]

Lo scorso 16 febbraio è stato reso pubblico il rapporto della Direzione Generale della Polizia di Madrid sull’istallazione della video-sorveglianza in varie zone di Vallekas, concretamente nei pressi di Puente de Vallekas. Come riportato da “El Salto Diario”, l’installazione di queste 25 telecamere trasformerà questa zona in un bel corso, dove lo Stato e i suoi mercenari controlleranno quello che succede 24 ore al giorno. Questo rapporto è stato presentato su richiesta del Consiglio Distrettuale con a capo il signor Paco Pérez (consigliere di Ahora Madrid [partito di sinistra, ndt], sorpresi?), e rappresenta l’atto finale di una campagna mediatica che chiedeva una maggiore presenza di polizia nel quartiere con la vecchia e ripetuta scusa di criminalità, questa volta focalizzandosi sulle convenienti “bande di narcotrafficanti”.

...

Spagna: Uscito il 2° numero di “Puañalada al nacionalismo” (02/2018) [it]

E’ ora disponibile la seconda parte di questa raccolta di testi anarchici contro il nazionalismo. Nel secondo numero potete trovare i seguenti testi:

- Cartas contra el patriotismo de los burgueses

- Patriotismo, una amenaza para la libertad

- Perplejidades intempestivas

- Ningún Estado nos hará libres

- Comunicado anarquista para los que apoyan al Congreso Nacional Indígena

- Destruye las barreras

Qui potete scaricare il PDF. Per ordini (2 euro a copia, 1,5 per distributori) o inviare proposte di testo per numeri futuri scrivere al seguente indirizzo: grupotension@inventati.org

...

Lo sviluppo di un intento per giustificare l’ingiustificabile [it]

“Dato che il numero sta dalla parte di governati, l’unica opzione dei governanti per continuare ad esserlo è l’opinione.” – James Madison

Lo Stato, intrinsecamente, viene istituito per esercitare il potere, e per esercitare il potere (perché il potere si esercita e, come la Storia continua a dimostrare, possiede la propria logica) è obbligato a mantenere l’ordine, e così lo Stato diventa il garante dell’ordine; l’ordine imposto dal potere, l’ordine necessario per far esistere il potere. Esistono modi differenti per mantenere l’ordine, ma i più efficaci sono quelli basati sul bastone e la carota. Secondo questa filosofia, affinché la persona governata si comporti bene, cioè si pieghi ai disegni del potere e mantenga l’ordine, le si deve promettere qualcosa (di materiale, solitamente) che naturalmente mai o difficilmente raggiungerà, e quando si comporta male la si deve punire. Ma nelle forme più sofisticate dell’esercizio di potere (e occorre nuovamente ricordare che il potere viene esercitato soprattutto e in maniera più elaborata ed efficace attraverso l’istituzione di uno Stato), cioè negli autoproclamati Stati di diritto, nelle democrazie, ma anche in molte dittature, non solo l’ordine viene mantenuto con il bastone (e la sua carota), ma viene giustificato anche il bastone contro il disobbediente. Questo avviene perché in queste forme un po’ più sofisticate lo Stato si presenta come un semplice arbitro e garante di convivenza perché, come dice Madison uno dei padri fondatori degli Stati Uniti d’America, i governanti davanti ai governati presentano in definitiva solo la propria opinione. Per questo motivo lo Stato cercherà sempre di giustificare in qualche modo le sue punizioni, come il padre benevolo che picchia i propri figli per il loro bene, per condurli sulla retta via, come quando chi punisce soffre più dei puniti per aver dovuto ricorrere a tali estreme misure. Si può dire inequivocabilmente che fino ad oggi (e questo può essere seguito dal passato più recente fino ai giorni nostri) il bastone più pesante posseduto dallo Stato, la frusta più valida e letale è la legge antiterrorismo. Però, da dove proviene questa legge?

...

Spagna: Sull’archiviazione dell’Operazione Piñata [it]

Come immaginiamo lo sapete già, recentemente è stato archiviato il processo aperto contro i compagni colpiti dallo Stato in operazione Piñata. Dalle pagine del nostro sito cerchiamo di pubblicare testi di analisi basati su ottiche anarchiche che contestualizzano come, in che modo e in quale contesto sociale, politico, economico... ecc. avvengono questi attacchi contro gli ambienti anarchici. In questa maniera cerchiamo di salvare le riflessioni dall’oblio e, di conseguenza, di dare spazio ad analisi di processi repressivi fuori da logiche vittimiste. Questo il
...

Murcia [Spagna]: Solidarietà ribelle con la compagna incarcerata a Colonia (21/12/2017) [it]

Questa mattina, 21 dicembre, Murcia si è svegliata con una filiale del Banco Sabadell ricoperta di vernice e sfasciata a colpi di martello (sulle vetrine e sui bancomat), in solidarietà con la nostra compagna incarcerata nella galera di Colonia (in Germania). Questo è un piccolo segno col quale vogliamo dimostrare che non è sola, che anche da qui sosteniamo una persona che è rimasta degna di fronte alle avversità. Bisogna aggiungere che ogni banca dovrebbe essere il bersaglio di qualche forma di attacco e che bisogna rispondere, in una maniera o in un’altra, a ogni forma di abuso.

...

Spagna: Il mistero di Saragozza (22/11/2017) [it]

Attorno al 21 o 22 novembre alcuni mass-media hanno dato notizia della ricezione di alcuni pacchi-bomba nella capitale di Aragona. Da quanto è stato raccolto da queste fonti e con tutta la cautela che la loro credibilità merita, le cose sarebbero andate così: il primo pacco segnalato sarebbe stato ricevuto dalla Camera di Commercio italiana. In seguito, un altro da una succursale di una compagnia di assicurazioni italiana, che avrebbe immediatamente avvisato dell’accaduto tutti i suoi uffici nello Stato spagnolo. Sono stati seguiti da altri in locali dell’assicurazione italiana. Di tutti i pacchi ricevuti, quattro secondo i media del Regime, due sarebbero autentici e due inoffensivi.

...

Madrid [Spagna]: Gesto di solidarietà con gli accusati in Scripta Manent (15/11/2017) [it]

Il 15 novembre, giorno prima dell’inizio del processo Scripta Manent, un gruppo di compagni anarchici si è riunito davanti all’ambasciata italiana di Madrid in sostegno ai compagni arrestati in questa operazione. I compagni hanno distribuito il seguente testo:

Solidarietà e sostegno ai compagni detenuti e sotto processo per l’Operazione Scripta Manent in Italia.

Il giorno 16 novembre alle ore 10:00 si svolgerà la prima udienza del processo contro 22 compagni anarchici accusati nel contesto dell’Operazione Scripta Manent in Italia, con 7 di loro detenuti.

...

Madrid [Spagna]: Né nazioni, né Stato, né capitalismo – Sabotaggio del bancomat di Caixa Bank (12/10/2017) [it]

Nelle prime ore di 12 ottobre, la notte prima della celebrazione colonialista e nazionalista sostenuta dal nazionalismo spagnolo, un bancomat di Caixa Bank è stato distrutto nel quartiere di Vallekas, e lasciata la scritta: “Questo è la nostra indipendenza: né nazioni, né Stato, né capitalismo”.

Il messaggio è semplice, mentre il nazionalismo catalano e spagnolo vengono riattivati sotto la bandiera della democrazia, noi abbiamo deciso di agire e attaccare quello che veramente ci opprime, ci sfrutta e ci sottrae la nostra indipendenza. Siamo stanchi di aspettare, stanchi di stare a guardare come la Democrazia, lo Stato e i loro organi repressivi vengono di nuovo legittimati, attraverso il nazionalismo.

...

Madrid [Spagna]: Attacchi simultanei in solidarietà con gli arrestati e detenuti per il G20 di Amburgo (05/10/2017) [it]

Eravamo ad Amburgo e ci ricordavamo di voi. Quando le vostre banche bruciavano. Quando le vostre vetrine esplodevano. Quando le barricate prendevano fuoco. Quando abbiamo preso la città.

Ma ci ricordavamo di voi anche dopo essere tornati nelle nostre grigie città inerti dove regnate, perché voi siete ovunque. Ci ricordavamo di tutto ciò che potevamo fare ovunque e in ogni momento mentre Amburgo bruciava.

E così ci ricordiamo anche di tutta la sofferenza e rabbia che avete generato. Come anche quando avete attaccato coloro che vi confrontavano. Non dimenticheremo mai tutte le persone picchiate dalle vostre guardie, che vivono rinchiuse nel carcere o muoiono per aver scelto il sentiero dello scontro. Ed è in loro nome che queste azioni sono state realizzate.

...