m-s-madrid-spagna-blocco-stradale-contro-gli-sgomb-1.png

Lo scorso 13 febbraio è stato interrotto e bloccato il traffico in calle de la Oca, all’altezza della stazione metro Vista Alegre. Sono stati esposti due striscioni con la scritta “Nessun sgombero senza risposta” e “Contro la gentrificazione e la speculazione capitalista: azione diretta”, sono stati accesi vari bengala e un’agenzia immobiliaria è stata imbrattata. Sono stati inoltre distribuiti volantini che informavano sullo sgombero della calle Postal, bloccato la scorsa settimana, ma realizzato oggi, il 13. Dopo di ciò ci siamo dispersi. Nessuno è stato identificato, e quanado la polizia è arrivata ormai non c’era più nessuno.

Questa piccola azione è una risposta agli sgomberi, agli sfratti e alle procedure di minaccia sia contro gli spazi occupati che contro i centri sociali, abitazioni... Carabanchel [distretto di Madrid, ndt] è nel mirino della gentrificazione e di altri processi di riconfigurazione urbana al servizio del mercato e del controllo sociale.

Lo Stato e il capitalismo ci troveranno sempre davanti ai processi che trasformano e ci scacciano dai nostri quartieri, davanti agli sgomberi e sfratti dalle nostre case e progetti. Davanti a questo mondo di sfruttamento e miseria.

Solidarietà e forza ai compagni colpiti da una nuova operazione antiterrorismo in Italia, a Torino e dallo sgombero dell’Asilo Occupato.

Solidarietà con i compagni di Barcellona che lottano per impedire la demolizione dell’edificio di Ca La Trava in Gràcia [distretto di Barcellona], e resistono alla gentrificazione e allo Stato.

Nessun sgombero senza risposta!
Distruggiamo la città del capitale!
Guerra allo Stato!
Per l’anarchia!