m-s-madrid-spagna-bruciato-bancomat-in-solidarieta-1.jpg

La notte del 18 febbraio è stato incendiato un bancomat di Bankia nel quartiere di Usera. Che questa piccola azione serva come dimostrazione di incoraggiamento per Lisa – recentemente trasferita dalla Germania a Madrid -, per i/le colpitx dalle rappresaglie del G20, i/le compagnx arrestatx a Madrid lo scorso 30 ottobre – accusatx di aver bruciaato un altro bancomat di Bankia – e per i/le compagnx dall’Italia, recentemente colpiti in nuove operazioni contro gli ambienti anrchici a Torino e Trento, così come per i compagni sotto processo nelle operazioni Scripta Manent e Panico.

Che gli stati spagnolo e italiano sappiano che la solidarietà anarchica non si fermerà. E si materializzerà in qualcosa di più che parole. Il sabotaggio, è facile e semplice. Nelle possibilità della sua riproduzione sta la sua forza.

Che questa piccola azione serva anche come contributo alla settimana di agitazione e propaganda contro la gentrificazione, la speculazione capitalista ed in difesa delle occupazioni.

Libertà per Lisa, libertà per tutte!
Viva l’anarchia!


contramadriz

(tradotto da RoundRobin)