Copenhagen [Danimarca]: Vandalizzata ambasciata argentina (18/10(2017) [it]

Nella nottre tra 17 e 18 di ottobre abbiamo vandalizzato con la pittura l’entrata dell’ambasciata argentina a Copenhagen. Abbiamo anche scritto il nome di Santiago Maldonado e una A cerchiata.

Lo abbiamo fatto perché lo Stato argentino è responsabile per la scomparsa dell’anarchico Santiago Maldonado, avvenuta più di due mesi fa. Alcuni giorni dopo la nostra azione abbiamo sentito la triste notizia del ritrovamento del suo cadavere. Lo Stato e la polizia sono responsabili! Siamo arrabbiati!

Alcuni anarchici

Montevideo [Uruguay]: Attacco incendiario contro l’Ufficio dell’Accademia militare argentina (24/10/2017) [it]

All’alba di martedì 24 ottobre è stato realizzato un attacco incendiario contro l’edificio dell’Accademia militare argentina a Montevideo. L’attacco ha causato danni significativi alla facciata dell’edificio.

Di fronte al silenzio ufficiale che cerca di mettere a tacere la nostra azione, abbiamo scelto di rivendicarla per darle significato e contesto.

Con la conferma della morte del compagno Santiago Maldonado che ha focalizzato l’occhio del mondo sul conflitto Mapuche e sul suo sviluppo, abbiamo deciso di attaccare questo simbolo dello Stato argentino per esprimere solidarietà con la causa degli oppressi – in questo caso il popolo Mapuche, e per vendicare e rivendicare il nostro compagno caduto.

...

Porto Alegre [Brasile]: Perquisizioni in occasioine della Fiera del Libro Anarchico (25/10/2017) [it]

Questa mattina (25 ottobre) la polizia civile di Rio Grande do Sul [Stato brasiliano, ndt] ha eseguito numerosi mandati di perquisizione di abitazioni e spazi collettivi nell’area metropolitana di Porto Alegre per raccogliere materiali per l’indagine. La polizia afferma che gli indirizzi sono legati ad un gruppo che avrebbe eseguito attacchi contro veicoli, sedi di partiti politici, stazioni di polizia, banche e concessionari d’auto. L’azione è stata violenta e la polizia ha aggredito le persone che vivono in questi spazi, portando alcuni di loro in stazione di polizia.

...

Milan [Italy]: Action against Benetton (02/10/2017) [en]

On Tuesday, October 2nd, we paid a visit to a Benetton store in Bresso, near Milan, to remind him that his business is covered in Mapuche blood and in response to the call for action for reappearance of the anarchist Santiago. The Benetton is directly responsible for the genocide carried out by Argentine and Chilean States against Mapuche people. Benetton is an example of a capitalist and colonialist company. We glued up the front door lock and dropped of flyers, and when we was about to do something more a security guard appeared and interrupted our action.

Argentina: Santiago Maldonado Presente! (21/10/2017) [it]

L’assassinio di Santiago Maldonado ha scatenato una serie di azioni in Argentina. Santiago è scomparso il 1° agosto, sequestrato dalla gendarmeria, e il 20 ottobre è stato confermato che il cadavere trovato nel fiume Chubut appartiene al nostro compagno Santiago Maldonado. Speriamo che i colpevoli soffriranno le peggior vendetta possibile.

Morte allo Stato assassino, Santiago presente!

Oggi, come la notte scorsa, continuiamo per le strade – SANTIAGO PRESENTE!

ContraMadriz


ADESSO SEI PARTE DELLA TERRA CHE COSÌ TANTO AMAVI

...

Cile / Argentina: Per compagno anarchico Santiago Maldonado – Facciamo scomparire la polizia e lo Stato (09/2017) [it]

Questo 1° settembre segna un mese dalla scomparsa del compagno anarchico Santiago Maldonado, per mano della polizia di Gendarmeria Nazionale argentina. Questo è avvenuto nel contesto della repressione di una manifestazione che consisteva in blocchi stradali effettuati dalla comunità Mapuche Pu Lof in Resistenza di Casahamen, nella provincia argentina di Chubut.

Mentre l’agitazione anarchica si propaga oltre le frontiere, i compagni in Argentina occupano le strade per diffondere atti di rivolta tramite propaganda e azione diretta. Con attacchi incendiari contro la polizia, barricate e molotov contro edifici governativi, i nostri compagni hanno scatenato la propria rabbia in una situazione quanto triste, tanto anche reale: i bastardi hanno arrestato e fatto scomparire un compagno anarchico.

Perché Santiago è un anarchico, e non semplicemente un giovane musicista e artista, come la stampa e la Sinistra opportunamente presentano denunciando la repressione statale, precisiamo che il diniego e l’omissione dell’identità politica del compagno rappresentano un’altra forma di scomparsa, cancellando dalla narrativa i veri motivi della sua presenza solidale nella comunità Mapuche, dove si trovava nel momento del suo arresto[1].

Non abbiamo nessun consiglio per i nostri compagni in Argentina, crediamo in loro, come anche nella loro convinzione e autonomia di continuare a trasformare il proprio dolore in rabbia, propagando caos contro il mondo di autorità, e approfondendo ed espandendo le affinità in esperienze concrete di confronto e agitazione.

Nello stesso tempo, azioni internazionali informali coordinate attivate dall’annuncio dell’arresto e della scomparsa di Santiago mandano un chiaro messaggio: non è solo.

Sterminio, insabbiamento e guerra psicologica: Contro-insurrezione del XXI secolo contro i nemici interni dell’ordine stabilito

L’arresto e la scomparsa di Santiago Maldonado non è, come alcuni potrebbero pensare, un incidente isolato. Al contario, è l’espressione vivente e corrente della storica repressione statale, capitalista e civilizzata. E’ un nuovo episodio dello scontro storico con le forze della legge e dell’ordine.

...

Genova [Italia] – Presidio itinerante in solidarietà agli/le arrestati/e G20 (30/09/2017) [it]

Il 7 e 8 luglio si è svolto in Germania il vertice del G20.
Appuntamento rituale dei Capi di Stato e di Governo, nel quale rappresentano, ideologicamente e praticamente, il mondo come una grande azienda di cui spartirsi i proventi. Le risorse della Terra così come chi la vive, vengono considerati utili di profitto. Questo, attraverso sfruttamento, morte e miseria, è ciò che sempre gli Stati, il capitalismo e ogni autorità reiterano su scala globale.
Questo è davanti a noi tutte e tutti ogni giorno, nei molteplici contesti della società, nelle guerre, nelle frontiere ed in ogni forma di soppressione della libertà.
Nei giorni di Amburgo, la rivolta che è esplosa ha risposto a tutto questo rompendo gli argini del consentito, colpendo obiettivi rappresentanti il Capitale e le divise che lo difendono, restituendo al Potere un po’ della sua violenza.
La conflittualità e lo scontro tra fruttati e sfruttatori è anche una risposta alla pace sociale, alla paura, alla repressione che anche le democrazie impongono con la forza e il ricatto.
Siamo solidali con chi ha reso vive le giornate di Amburgo infuocando quei giorni di rivolta. Siamo al fianco di chi, in seguito a quelle giornate è detenuto nelle carceri tedesche e, come
...

Distruggere l’Argentina [it]

Questo ci ha donato un sorriso di complicità con i nostri compagni che lottano nel territorio dominato dallo Stato argentino. Questo testo rivendica alcune azioni nel mese di agitazioni per Santiago Maldonado. C’è anche una dichiarazione su alcune menzogne lanciate contro di loro dalle masse. Ad esempio, alla manifestazione di 1° agosto sono stati accusati di essere degli “infiltrati” solo perché avevano deciso di spezzare la normalità, invece di comportarsi in modo pacifico. Questo è quello che succede quando lo Stato ci attacca. Restituiamo il colpo con tutta la nostra forza!!!
VOGLIAMO IL NOSTRO COMPAGNO INDIETRO, ADESSO!!!

Queste non sono solo parole: abbiamo raggiunto il “livello” di azione diretta e loro raccontano menzogne su di noi perché ci temono. Non tutto quello che succede colpisce i giornali del sistema! E neanche i nostri! E tutto avviene molto velocemente, compagni. Vertigine rivoluzionaria, che scuote il cuore: è ciò che volevamo, e infine lo abbiamo ottenuto. Non lusinghiamoci. Come i nostri meravigliosi compagni di Portogallo ci avvertirono, siate intelligenti: né “anarchismo libraio” né “punk auto-distruttivo”, va bene? Noi non ci inventiamo nulla. Abbiamo conosciuto el Lechu, ed è meglio che ci ascoltino bene quelli che oggi lo rivendicano come una figura pubblica... Lui è, sottolineiamo, uno di noi: ANARCHICO! Nemico dello Stato, del capitale e della merdosa “pace sociale” di coloro (... e che il fulmine possa cadere sulle teste di quelli che lo chiamano “tossico ayahuasca” [bevanda psicoattiva, ndt]) che adesso frignano per la sua scomparsa facendo politica con i nostri ideali. Noi non siamo degli “infiltrati”, come quei complici dello spettacolo che starnazzano ogni volta quando si infiamma la passione della rivolta anarchica.
Il 31 agosto è stato bruciato l’edificio di GEOF... l’edificio del Gruppo Speciale di Operazioni Speciali della Polizia Federale “anti-terrorismo” nel mezzo del quartiere borghese di Palermo... pieno centro di Buenos Aires, e i media merdosi non ne hanno parlato; hanno fatto la stessa cosa con tanti attacchi che
...

Cile: Lettera del prigioniero anarchico Marcelo Villarroel Sepúlveda sulla scomparsa dell’anarchico Santiago Maldonado (30/08/2017) [it]

Questo è una lettera del prigioniero anarchico Marcelo Villarroel sul caso del compagno anarchico Santiago Maldonado, ancora assente. È anche una chiamata all’azione. Le sue parole sono benvenute!!! Fuoco alle prigioni!!! Vogliamo il nostro compango Santiago Maldonado vivo adesso!!!

Lotta contro tutte le carceri, l’amnesia e la passività codarda!!!
Queste parole nascono e diventano necessarie nel momento quando è necessario abbracciare tutti coloro che si danno senza riserve quando cercano l’incontro con la liberazione totale.
Per l’espansione della rivolta, per l’inequivocabile confronto con il potere, per l’estensione di pratiche autonome nel rifiuto del dominio e di tutto ciò che rende possibile la sua esistenza.
Mentre scrivo, sono guidato dal disprezzo e dalla rabbia... Mentre ogni persona comprende la propria vita, c’è un caro amico che manca...
SANTIAGO MALDONADO – el “Lechu”, el “Brujo”, scomparso. E io non posso rimanere in silenzio o ignorare la sua assenza fisica.
Da quando abbiamo dovuto vivere il carcere nella regione dominata dallo Stato argentino, i nostri passi si sono incrociati. C’eravamo noi, i prigionieri nella provincia di Newken, e c’era Santiago, nella cità di La Plata, accanto ad universo di compagni attivi, condividendo complicità e rimanendo solidale...
Sono trascorsi più di
...

Argentina: 1° Settembre – Chiamata internazionale alla protesta per il ritorno di Santiago [it]

Chiamata internazionale alla protesta per il ritorno del compagno Santiago Maldonado. Fatto scomparire dallo Stato argentino durante la repressione nella comunità Mapuche il 1° agosto, nella resistenza a Lof di Cushamen (Chubut-Arg.). Questo fatto ci dimostra ancora una volta l’infamia dello Stato e dei suoi carnefici.
Il 1° settembre sarà trascorso UN MESE dalla scomparsa di “Lechu” “el Brujo”. Un mese durante il quale lo Stato e i suoi media di comunicazione in più occasioni hanno giustificato la scomparsa, e nelle altre modificato le informazioni, arrivando a incolpare la comunità Mapuche e la sua famiglia.
CHE LA RABBIA E LE AZIONI SI SCATENINO!
LA SOLIDARIETÀ NON SCOMPARE!
a-1-argentina-1-settembre-chiamata-internazionale-1.jpg
GESTI DI SOLIDARIETÀ
La Paz, Bolivia: Attacco incendiario contro l’ambasciata argentina per Santiago Maldonado.
Porto Alegre, Brasile: Azioni simultanee contro il consolato argentino e sulle strade della borghese Porto Alegre. Santiago Maldonado è scomparso e noi non rimaniamo indifferenti.
In azioni simultanee è stato attaccato il consolato argentino a Porto Alegre con bottiglie di pittura, mentre il viale Goethe, un percorso regolare per la maggior parte delle borghesia e gli abitanti sfruttatori di Porto Alegre, è stato paralizzato da fiamme di disprezzo e rivolta delle barricate. Volantini e
...