p-f-parigi-francia-fanculo-la-giustizia-rifiutata-1.jpg

Oggi, mercoledì 28 dicembre si è svolta l’udienza per la scarcerazione di Damien, detenuto dall’8 dicembre nel carcere di Fleury con l’accusa di aver attivamente partecipato alla manifestazione gioiosa, notturna e selvaggia del 14 aprile 2016.

Il compagno appariva contento di vedere che qualcuno era venuto per sostenerlo. Va notato che molti dei presenti hanno ricevuto l’informazione quello stesso giorno, mentre gli altri, nel caso migliore, il giorno precedente.

In sostanza, la sua domanda è stata, senza grandi sorprese, respinta e quindi rimane a Fleury, almeno fino al processo, il 19 gennaio.

I pochi minuti di parola che gli sono stati concessi, hanno permesso a Damien di ricordare la morte di un detenuto a Fleury, avvenuta due settimane fa per motivi di salute, mentre il suo compagno di cella continuava per ore a battere sulla porta, ma era troppo tardi quando la persona aveva finalmente ricevuto l’assistenza medica.

Dal canto suo, ha rimarcato che odia la legge, gridando “fanculo la giustizia” alla fine dell’udienza. Nell’aula si sono levate alcune grida, “libertà”, “solidarietà”, prima di uscire con la rabbia nel cuore.

Solidarietà attiva con Damien

Abbasso lo Stato, la giustizia e i loro sostenitori!

Libertà per tutti!

i presenti all’udienza



per scrivere:

Damien Camélio

n° d’écrou 432888

MAH de Fleury-Mérogis (Bâtiment D5)

7, avenue des Peupliers

91705 – Sainte-Génevieve-des-Bois



Pariz [Francuska]: Odjebi pravdu. Damienu odbijeno otpuštanje iz zatvora (28.12.2016.)

Danas, u srijedu 28. decembra, održalo se ročište za otpuštanje Damiena, zatvorenog od 8. decembra u Fleuryju, pod optužbom za aktivno sudjelovanje na radosnom, noćnom i divljem prosvjedu 14. aprila 2016.

Drug je izgledao zadovoljan što vidi nekoga tko ga je dođao podržati. Treba napomenuti da su mnogi dobili informaciju tek taj isti dan, dok su drugi, u najboljem slučaju, dobili tek dan ranije.

U suštini, bez velikih iznenađenja, zahtjev je odbijen i zato će ostati u Fleuryju barem do početka suđenja, 19. januara.

Nekoliko dozvoljenih minuta govora omogućilo je Damienu da podsjeti na smrt jednog zatvorenika u Fleryju, prije dva tjedna, zbog zdravstvenih problema, dok je drug iz ćelije u međuvremenu satima lupao na vrata, ali bilo je prekasno kada je osobi pružena medicinska njega.

Sa svoje pak strane, istaknuo je da mrzi zakon i uzviknuo “odjebi pravdu” na kraju ročišta. Sudnicom je odjeknulo nekoliko uzvika, “sloboda”, “solidarnost”, prije izlaska s bijesom u srcu.

Aktivna solidarnost s Damienom

Dolje država, pravda i njihovi pobornici!

Sloboda za sve!

prisutni na ročištu