m-f-montreuil-francia-sul-caso-della-macchina-di-p-1.jpg

In seguito all’arresto di un compagno a Montreuil, indagato per il caso della macchina degli sbirri incendiata il 18 maggio 2016, sul quai de Valmy, aperitivo “porta quello che vuoi per condividerlo” in Condos, via Stalingrad 43 a Montreuil, giovedì 23 febbraio alle ore 18.

In questi ultimi giorni, dopo che quattro bastardi hanno picchiato e violentato Théo, abbiamo visto sulle strade esplodere l’odio verso la polizia nelle parole e negli atti. Parallelamente, martedì 7 febbraio, gli sbirri della polizia investigativa hanno arrestato un compagno in uno squat a Montreuil. Lo hanno rinchiuso nel carcere di Fleury-Mérogis, dove è in attesa di essere processato per “tentato omicidio di un pubblico ufficiale” e per “violenza e devastazione in gruppo organizzato”. E’ accusato di aver partecipato all’attacco alla macchina di polizia incendiata sul quai de Valmy lo scorso anno.

Quel giorno, 18 maggio 2016, in pieno movimento sociale contro il lavoro e la legge, gli sbirri manifestavano sulla Piazza della Repubblica, blindata dai robocop antisommossa. La contro-manifestazione organizzata è rapidamente diventata selvaggia, incrociando per strada una macchina di polizia. In mezzo agli esulti della folla e di “tutti odiano la polizia!”, è stata attaccata e incendiata. Ci ricorderemo a lungo dei nostri sorrisi alla vista di questo falò. Purtroppo, dei manifestanti e giornalisti hanno filmato e diffuso il video di persone mascherate che hanno attaccato la macchina, ed è soprattutto a causa di queste immagini che sempre più persone vengono incarcerate. Infatti, sette altre persone sono indagate nel contesto di questa indagine: Antonin, Kara e Nicolas si trovano in carcere già da diversi mesi, mentre Angel, Brian, Léandro e Thomas sono sotto controllo giudiziario.

Noi non chiediamo giustizia, proprio come non parliamo di “innocenti “ o “colpevoli”, dato che odiamo la giustizia tanto quanto gli sbirri e l’ordine che difendono. Diffondiamo, piuttosto, il disordine e il fuoco ovunque questa sozzura avvelena le nostre vite!

Per discutere di tutto questo, proponiamo un aperitivo giovedì 23 febbraio 2017 alle ore 18 in Condos, in via Stalingrad 43, a Montreuil (metro Croix de Chavaux o Mairie de Montreuil). Il momento informativo e la discussione sul compagno incarcerato e sul caso della macchina degli sbirri incendiata, saranno seguiti da un momento di convivialità. Saranno offerti come minimo bevande, pane, hummus e dolci vegani. Tutto a offerta libera per sostenere l’ultimo incarcerato e Kaliméro, cassa di solidarietà che invia in particolare i vaglia a due persone in carcere per questa storia.

E alla prima, e alla seconda, e alla terza macchina bruciata, amiamo tutti/e le grigliate di guardie!

(tradotto da anarhija.info & guerresociale)



MONTREUIL [FRANCUSKA]: O SLUČAJU ZAPALJENOG VOZILA 18. MAJA 2016.

Povodom hapšenja jednog druga u Montreuilu, pod istragom u slučaju zapaljenog pandurskog vozila 18. maja 2016., na quai de Valmy aperitiv “donesi što želiš da bi podijelio” u Condosu, ulica Stalingrad 43 u Montreuilu, u četvrtak 23. februara u 18 sati.

Ovih posljednjih dana, nakon što je četvorica kopiladi pretukla i silovala Thea, prisustovali smo eksploziji mržnje, na ulicama, prema policiji kroz riječi i djela. Paralelno, u utorak 7. februara, panduri istražne policije uhapsili su jednog druga u skvotu u Montreuilu. Zatvorili su ga u zatvor Fleury-Mérogis, gdje se nalazi u očekivanju suđenja zbog “pokušaja ubojstva jednog službenog lica” i zbog “nasilja i nanošenja štete u organiziranoj grupi”. Optužen je za sudjelovanje u napadu na policijsko vozilo u quai de Valmy prošle godine.

Tog dana, 18. maja 2016., u punom jeku društvenog pokreta protiv posla i zakona, panduri su prosjvedovali na Trgu Republike, blindiranog robocop interventnim jedinicama. Organizirani protu-prosvjed je ubrzo postao divlji, susrečući na putu jedno pandursko vozilo. Usred ushićenja mase i “svi mrze policiju!”, napadnuto je i zapaljeno. Dugo ćemo se sjećati naših osmjeha pri pogledu na tu lomaču. Nažalost, neki prosvjednici i novinari su snimili i proširili snimku maskiranih osoba koje su napale vozilo, i nadasve zbog tih snimki sve je više osoba uhapšeno. U biti, još se sedam osoba nalazi u zatvoru već nekoliko mjeseci, dok su Angel, Brian, Leandro i Thomas pod sudskom kontrolom.

Mi ne tražimo pravdu, kao što ne govorimo o “nevinima” i “krivima”, budući da mrzimo pravdu koliko i pandure i red koji štite. Naprotiv, širimo nered i plamen gdjegod ova prljavština truje naše živote!

Da bi raspravili o svemu tome, predlažemo aperitiv u četvrtak 23. februara 2017. u 18 sati u Condosu, u ulici Stalingrad 43 u Montreuilu (metro Croix de Chavoux ili Mairie de Montreuil). Nakon informativnog trenutka i rasprave o zatvorenom drugu i o slučaju zapaljenog vozila pandura, uslijedit će trenutak druženja. Bit će kao minimalno ponuđena pića, kruh, humus i vegan kolači. Sve po dobrovoljnom prilogu da bi podržali posljednjeg zatvorenika i Kalimera, solidarni fond koji šalje novčanu pomoć, posebno, dvjema osobama zatvorenima zbog ove priče.

Pri prvom, pri drugom, pri trećem zapaljenom vozilu, svima nam se sviđa roštilj pandura!