b-z-basilea-zurigo-svizzera-sabotaggi-incendiari-c-1.jpg

Zurigo: I macchinari sul cantiere dell’azienda Implenia sono stati incendiati all’alba di giovedì 17 agosto 2017. Poco prima delle 5, le fiamme sono divampate nel cantiere di “Greencity” a Leimbach, Zurigo. Due escavatori di questa azioneda che collabora alla ristrutturazione del carcere di Bässlergut sono stati completamente distrutti dalla fiamme, mentre un altro macchinario è stato danneggiato. Gli sbirri e la stampa locale sono formali: “i macchinari non hanno preso fuoco a causa di un guasto tecnico, l’incendio è di natura dolosa”. I danni materiali ammontano già a diverse centinaia di migliaia di franchi svizzeri. Marco Cortesi, il portavoce della polizia di Zurigo, ricorda tra l’altro gli incendi avvenuti in estate e in primavera sempre a Zurigo (l’incendio di un macchinario Implenia all’inizio agosto, e quello di un furgone dello stesso costruttore in giugno). Ma al fine di trovare gli autori di questi incendi recenti, gli investigatori dicono che stanno esaminando altre piste e rammentano anche altri sabotaggi incendiari che hanno colpito le infrastrutture nella regione, come ad esempio il cantiere del futuro centro di giustizia e di polizia all’inizio luglio 2017, e un ripetitore, utlizzato come sistema radio di emergenza della polizia municipale, a metà luglio 2016.

Zurigo: Nella notte tra il 7 e l’8 agosto a Schlieren è stato incendianto un macchinario dell’azienda Implenia.

Basilea: La notte scorsa [tra lunedì 7 e martedì 8 agosto, ndt in francese] a Basilea tre veicoli di ROSENMUND AG sono stati incendiati. L’azienda partecipa al cantiere del carcere di Bässlergut, motivo per cui ha già subito danni materiale a più riprese. Se l’azienda cessa immediatamente questa attività disumana, i sui veicoli potranno di nuovo parcheggiare in città in tutta sicurezza. Anche se il cantiere del nuovo carcere avanza, nulla è ancora finito! Attacchiamo Bässlergut!