s-g-salonicco-grecia-attacco-incendiario-in-solida-1.jpg

Consideriamo gli spazi anarchici e antiautoritari come strutture nelle quali organizziamo lotte e viviamo momenti collettivi fuori dai rapporti autoritari, che lo Stato e il capitalismo vorrebbero imporci quotidianamente.

Nell’ultimo periodo lo Stato ha effettuato vari attacchi contro gli squat e i ritrovi ad Atene, Salonicco, Agrinio e Larissa.

Come risposta a questi attacchi, nella notte tra 11 e 12 giugno 2017, abbiamo collocato un ordigno incendiario in un furgone appartenente all’azienda AKTOR, nella via Makedonikis Amynis a Salonicco.

Sappiamo che questa azienda costruisce le strutture del nemico, come la miniera di Skouries sulla penisola di Halkidiki, che distrugge la tera a vantaggio dei capitalisti, o come la metropolitana di Salonicco, destinata a sostenere e a rafforzare il flusso del capitale.

Abbiamo scelto 11 giugno, la giornata internazionale di solidarietà con i detenuti anarchici a lungo termine, per esprimere la nostra solidarietà con tutti i compagni reclusi nel mondo.

Fuoco a tutte le celle carcerarie.

Morte allo Stato e al Capitale.

Azione diretta per l’anarchia.