g-f-grenoble-francia-foto-della-microspia-trovata-6.jpg

Nell’agosto 2018, dopo una perquisizione, ufficialmente motivata dalla ricerca di “stupefacenti”, le persone che abitano nello squat Awanhee a Grenoble hanno trovato una microspia nella sala comune.

Alcuni giorni dopo la perquisizione, infatti, si scopre che all’interno di una ciabatta multipresa che si trova nel bel mezzo della stanza, e su cui gli sbirri hanno pure attaccato con lo scotch un volantino del luogo, c’è una microspia. Questa è composta da un circuito stampato, da una batteria e (a quanto si vede sulle foto) da almeno un microfono.

A quanto pare, la perquisizione era una semplice scusa per piazzare la microspia.

Ci si ricorderà che un comunicato uscito in settembre, in più di rendere pubblica la notizia del ritrovamento della microspia, informava del fatto che durante la perquisizione gli sbirri cercavano qualcuno in particolare, di cui avevano una foto che confrontavano con le persone presenti.


(tradotto da guerresociale)

g-f-grenoble-francia-foto-della-microspia-trovata-1.jpg
g-f-grenoble-francia-foto-della-microspia-trovata-2.jpg
g-f-grenoble-francia-foto-della-microspia-trovata-3.jpg
g-f-grenoble-francia-foto-della-microspia-trovata-4.jpg
g-f-grenoble-francia-foto-della-microspia-trovata-5.jpg