b-g-brema-germania-incendiato-veicolo-del-carcerce-1.jpg

“Il carcere ti sta cercando”... “Ti abbiamo trovato”

Nella notte tra il 4 e il 5 luglio, abbiamo incendiato un veicolo di JVA Bremen (carcere di Brema) nel parcheggio recintato TÜV NORD a Brema-Walle.

JVA Bremen si distingue per le sue pessime condizioni, le celle sono sovraffollate, il tetto spande, e le cure mediche sono o estremamente inadeguate o completamente negate.

Ma, non vogliamo lanciare un appello per la riforma delle carceri, o neppure per rafforzare l’illusione che esiste una cosa come carcere “umano” o “più giusto”.

La nostra unica preoccupazione sul sistema di reclusione è di sabotare l’industria penitenziaria. Perché si tratta di una struttura che ha per scopo piegare i soggetti “resistenti” e che non si adeguano. Il tasso di suicidi in JVA Bremen durante gli anni recenti lo dimostra.

Cinicamente, il veicolo è stato decorato con uno slogan che fa parte della campagna pubblicitaria per l’assunzione del personale in JVA Bremen – “Tu sei la chiave”, questo è il ruolo che in realtà volevano per noi.

I nostri pensieri sono con i compagni che in questo momento non sono con noi. Si trovano nella struttura del nemico, la loro vita si trova dietro le sbarre, dove vengono puniti con la privazione della libertà di movimento.

Ma, l’incendio non era solo per loro. Non vogliamo dimenticare le persone che sono fuggite dall’idea inumana della detenzione. Quelli che hanno abbandonato tutto e adesso si trovano in fuga.

Perà, non solo noi fuori combattiamo contro la società carceraria. Anche dietro le sbarre le persone cercano di preservare la propria dignità e la libertà. Inviamo anche a loro saluti solidali.

Libertà per tutti i prigionieri.