s-d-santiago-del-cile-incendiato-l-autobus-della-t-3.jpg

Attorno alle 22:00 di 17 novembre 2017, una dozzina di incappucciati anonimi decidono di erigere barricate davanti all’USACH [università di Santiago, ndt], bloccando il viale Alameda, circa all’altezza del vicino viale Matucana [centro città, ndt].

Grazie alle barricate incendiarie, gli incappucciati riescono a fermare un autobus della Transantiago [trasporto pubblico, ndt], linea I-17, e dopo averlo bloccato su entrambi i lati, fatto scendere i passeggeri e il conducente, lo cospargono di benzina e lo incendiano.

Rapidamente gli incappucciati scompaiono dal luogo, lasciando volantini che rivendicano l’azione incendiaria.

Un automobilista, cercando di sorpassare l’autobus incendiato, senza risultato, è rimasto bloccato con la macchina, che ha inoltre preso fuoco. Infine, i pompieri e la polizia arrivarono sul luogo.

L’azione è stata realizzata senza arresti e feriti.

Il comandante di polizia della prefettura centro-nord ha osservato: “A quanto pare, è stata una tendenza anarchica a realizzare questo.”


Testo dei volantini lasciati sul luogo:

“L’anarchica è una negazione costante, una guerra permanente...”


“Liberazione totale

Detestiamo questo mondo di merda materialista, specista e antropocentrista. Dichiariamo guerra a tutti i cittadini cadaveri consumatori a causa della presunta comodità imposta. Abbandonando i nostri fratelli animali, rimaniamo ai margini delle masse, confrontando il progresso umano, destabilizzeremo il quotidiano fino al crollo della civiltà.

Non funziona se non lo senti, libertà totale per un amore reale

Gli animali non sono oggetti, non sono proprietà, non sono un affare che alimenta le tue ambizioni o il tuo stomaco. Non parlarmi d’amore se approvi la morte, non parlarmi di coscienza, rimanendo indifferente.”

Liberazione animale e umana... (Incomprensibile) –

s-d-santiago-del-cile-incendiato-l-autobus-della-t-1.jpg
s-d-santiago-del-cile-incendiato-l-autobus-della-t-2.jpg