g-a-germania-aggiornamento-sul-processo-contro-l-a-1.png

Aggiornamento del 05/12/2016: Il verdetto al processo contro la compagna di Amsterdam, che si è svolto nel mese precedente, sarà pronunciato giovedì 8 dicembre, alle ore 11:30, nel Justizzenzentrum [palazzo di giustizia] di Aquisgrana, Adalbertsteinweg 92. Oggi, 5 dicembre, la corte ha ascoltato le argomentazioni di richieste della difesa e dell’accusa, che ha chiesto per “rapina in banca a mano armata, illegittima privazione della libertà personale e possesso illegale di armi”, 6 anni e mezzo. Venite ad esprimere il sostegno in aula o la solidarietà per le strade.

Oggi, 1/12, è stato l’ultimo giorno per presentare le prove a favore e contro la compagna di Amsterdam accusata dalla procura di Aquisgrana (Aachen) di rapina banca, svoltasi in luglio 2013 nella stessa città.

Ciò significa che alla prossima udienza (5/12) sia la difesa che l’accusa argomenteranno le proprie richieste, segnando la fine del processo. Oggi il giudice ha detto che il verdetto potrebbe essere pronunciato già lunedì 5 dicembre, ma ha anche menzionato la possibilità che i due giudici e i due giurati potrebbero necessitare di più tempo per deliberare, e quindi il verdetto sis sposterebbe a giovedì 8 dicembre. Per entrambe le udienze l’inizio è stato fissato alle ore 9:30, quindi ognuno che vuole essere presente si ricordi che la coda e i controlli extra potrebbero richiedere fino a 45 minuti. (Siate là massimo alle 8:45!!)

Dall’ultimo aggiornamento un altro carosello di esperti e agenti di polizia ha orgogliosamente svolto la propria diligente collaborazione con questo ripugnante circo giudiziario.

Lunedì 28, mattina presto, abbiamo avuto il piacere di ascoltare una sbirra scrupolosa che ha seguito il caso fin dall’inizio, prelevando la compagna in Bulgaria nel luglio 2015, e presenziando a tutte le visite che la compagna ha avuto in carcere. Durante le indagini questa sbirra ha interrogato i secondini chiedendo loro se la compagna in realtà parlava il tedesco. Questi hanno risposto affermativamente, ma affermando chiaramente che parlava con forte accento olandese e con frequenti errori grammaticali. Cercando di farsi passare come esperta linguistica, la sbirra ha vergognosamente suggerito che la nostra compagna in realtà stava recitando un ruolo in cui tutto il tempo fingeva di non conoscere il tedesco alla perfezione. Se l’affermazione della sbirra fosse vera, coinciderebbe con l’affermazione di uno dei due dipendenti della banca, che la donna mascherata parlava un buon tedesco.

Dopo di questo è arrivato l’esperto di DNA, che in realtà poteva solamente dichiarare di essere sicuro che il DNA appartiene alla compagna, ma che non può in nessun modo determinare quando, come o perché questa traccia è apparsa sulla pistola.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, il giudice ha preso in considerazione e letto a voce una lettera che l’accusa ha presentato come il testo della compagna. Questa lettera “With midnight in one’s heart” [Con mezzanotte nel cuore] apparve per la prima volta nella rivista anarchica Avalanche del dicembre 2015. La lettera è stata pubblicata anonima.

L’accusa ha presentato un altro documento inviato dai loro amici di Catalogna, i Mossos d’esquadra, che parla delle loro indagini antiterroristiche contro gli anarchici di Barcellona legati ai GAC (Gruppi anarchici coordinati). Il punto principiale di questo documento era l’allusione che i Mossos dovevano trovare un modo per spiegare come l’organizzazione da loro costruita si finanziava. Un tentativo ansioso di costruire un movente, il quale addirittura il giudice ha commentato con il “non possiamo verificare nulla di tutto ciò.”

Giovedì, 1/12, la corte ha concesso (molto) tempo ad una professoressa di un istituto di biologia forense. Questa professoressa di controllo e viscidume appare in tribunale circa 110 volte all’anno per dare la sua preziosa opinione se una data immagine di telecamera è compatibile e paragonabile con i lineamenti dell’individuo sospettato. Questa professoressa di perversione della vita, dopo aver trasformato il corpo umano in un algoritmo biometrico lo passa attraverso un calcolo matematico, per classificarlo su una scala da 0 a 4 di verosimiglianza. Tuttavia, in questo caso, dato la cattiva qualità dell’immagine di telecamera e il buon mascheramento dei clienti mattinieri, non ha potuto dire molto. Così, dopo aver scrutato le piccole sezioni del corpo più o meno visibili delle immagini, è arrivata all’inestimabile esperta conclusione che non ci sono somiglianze distintive tra le immagini della telecamera in banca e la compagna.

Nel pomeriggio la corte ha esaminato alcune insignificanti transazioni bancarie, realizzate nell’estate del 2013.

Dall’altra parte ci ha fatto piacere vedere che il tribunale era già impegnato in decorazioni natalizie. Nel corso delle ultime settimane alcuni piccoli elfi della notte hanno decorato con dei graziosi colori verde e rosso la facciata del palazzo...

solidarietà e rabbia


Njemačka: Vijesti sa suđenja protiv anarhistice iz Amsterdama optužene za pljačku banke (01.12.2016)

Vijesti 05.12.2016.: Presuda suđenja protiv drugarice iz Amsterdama, koje se odvilo protekli mjesec, bit će izrečena u četvrtak 8. decembra, u 11:30, u Justizzenzentrum [palača pravde] u Aachenu, Adalbertsteinweg 92. Danas, 5. decembra, sud je slušao argumentacije zahtjeva obrane i tužilaštva, koje je zatražilo za “oružanu pljačku banke, protuzakonito oduzimanje osobne slobode i protuzakonito posjedovanje oružja” šest i po godina. Dođite izraziti podršku u sudnici ili solidarnost na ulicama.

Danas, 1.12., bio je zadnji dan suđenja za podnošenje dokaza u korist i protiv drugarice iz Amsterdama, koju je tužilaštvo iz Aachena optužilo za pljačku počinjenu jula 2013. u istom gradu.

To znači da će na idućem ročištu (05.12.) i obrana i optužba argumentirati svoje zahtjeve te time označiti kraj suđenja. Danas je sudac rekao da će presuda biti donijeta možda već 5. decembra, ali je i naveo mogućnost da će dvojici sudaca i dvojici porotnika trebati nešto više vremena za raspravu, te bi presuda bila donijeta u četvrtak 8. Početak oba ročišta je zakazan za 9:30, zato svakoga tko želi biti prisutan podsjećamo da red i izvanredne kontrole mogu oduzeti 45 minuta. (Budite tamo najkasnije u 8:45!!)

Od posljednjih vijesti još je jedna karavana stručnjaka i policijskih službenika ponosno odradila svoju poslušnu suradnju s ovom odvratnim pravosudnim cirkusom.

U ponedjeljak 28., vrlo rano ujutro, imali smo zadovoljstvo da prisustvujemo priči revne pandurke koja je na slučaju od samog početka, kada je pokupila drugaricu iz Bugarske jula 2015., i prisustvovala većini posjeta koje je drugarica imala u zatvoru. Tokom istrage ta je pandurka ispitivala zatvorske stražare, pitajući ih da li u stvari drugarica govori njemački. Ovi su odgovorili potvrdno, ali su i jasno izjavili da je bio prisutan i jaki nizozemski naglasak uz česte gramatičke pogreške. Pokušavajući se prikazati i kao jezični stručnjak, pandurka je sramotno predložila da je naša drugarica u biti igrala ulogu u kojoj se čitavo vrijeme pretvarala da ne govori savršeno njemački. Kad bi izjave pandurke bile točne, odgovarale bi izjavi jednog od dvoje zaposlenika banke, koji je rekao da je maskirana žena dobro govorila njemački.

Nakon toga došao je stručnjak za DNK, koji je u stvari mogao izjaviti samo kako je siguaran da DNK pripada drugarici, ali kako ne može ni na koji način odrediti kada, kako ili zašto se taj trag pojavio na pištolju.

Tokom popodneva istog dana sudac je uzeo u obzir i glasno pročitao pismo koje je tužilaštvo prikazalo kao tekst drugarice. To pismo “With midnight in one’s heart”, se prvi puta pojavilo u anarhističkom časopisu Avalanche decembra 2015. Pismo je objavljeno anonimno.

Tužilaštvo je podnijelo još jedan dokument, koji su im poslali njihovi prijatelji iz Katalonije, Mossos d’esquadra, i koji govori o njihovim antiterorističkim istragama protiv anarhista iz Barcelone povezanih s GAC-om (Koordinirane grupe anarhista). Glavna točka tog dokumenta je pretpostavka da su Mossos morali pronaći način da objasne kako se njihova konstruirana teroristička organizacija financirala. Nestrpljiv pokušaj izgradnje pobude, što je čak i sudac komentirao sa “ne možemo ništa od toga dokazati”.

U četvrtak 1. decembra sud je dao (mnogo) vremena profesorici jednog instituta za biološku forenziku. Ta se profesorica kontrole i jeze pojavljuje na sudu oko 110 puta godišnje kako bi dala svoje dragocjeno mišljenje o kompatibilnosti i usporedivosti date slike telekamere s obilježjima osumnjičene osobe. Ta profesorice perverzije života, nakon što pretvori ljudsko tijelo u biometrijski algoritam, procesuira ga matematičkim izračunom, kako bi ga klasificirala na skali sličnosti od 0 do 4. No, u ovom slučaju, zbog loše kvalitete slika telekamere i dobre maske jutarnjih klijenata, nije mogla mnogo reći. Tako je, nakon proučavanja malenih dijelova tijela, više manje vidljivih na snimkama, došla do neprocjenjivog stručnog zaključka da nema značajnih sličnosti između slika telekamere banke i drugarice.

Popodne je sud analizirao neke nebitne bankovne transakcije iz ljeta 2013.

S druge strane, bilo nam je zadovoljstvo primjetiti da se zgrada suda već bavi božičnim ukrašavanjima. Prošlih tjedana nekoliko malih patuljaka noći ukrasilo je dražesnim zelenim i crvenim bojama fasadu zgrade...

solidarnost i bijes