a-g-aquisgrana-germania-aggiornamento-sul-processo-1.png

Il processo contro la compagna di Amsterdam si svolge al Landensgericht [tribunale regionale, NdT] di Aquisgrana [Aachen], nei giorni preannunciati.

Fino ad oggi la corte ha ascoltato le testimonianze dei due dipendenti presenti in banca quella mattina del luglio 2013. I due hanno descritto la rapina che si è svolta prima dell’orario d’apertura per i clienti, quando tre persone sono entrate nella banca di Aquisgrana (che tra l’altro oggi è chiusa) con l’arrivo del primo dipendente. Avrebbero poi atteso circa 5 minuti fino all’arrivo del secondo dipendente, in quanto per l’apertura della cassaforte devono essere presenti entrambi. I tre intrusi avrebbero preso 42.000 euro. I due dipendenti hanno poi descritto come sono stati spinti nell’ufficio della banca e poi legati con fascette stringicavo dietro la schiena. Nessuno dei due è sicuro di aver visto estrarre un’arma o rivolta contro di essi in quei momenti, nonostante fossero stati forzati a collaborare con la minaccia che avrebbero sparato. Dopo essere stati legati i due non hanno più rivisto i tre insoliti clienti. Non ci sono testimoni che avrebbero visto queste tre persone allontanarsi. I dipendenti legati sono stati liberati da una terza, arrivata alcuni minuti dopo che i clienti mattinieri se ne erano già andati. La quale ha prima suonato l’allarme e poi slegato i colleghi.

La banca è rimasta chiusa per una settimana dopo la rapina, per permettere alla Scientifica di setacciare il luogo. La settimana dopo la banca è tornata a lavorare. Quel venerdì, precisamente 11 giorni dopo la rapina, un altro dipendente, mentre cercava alcune ricevute nell’armadio, si trovò con una pistola a salve in mano, notandone anche un’altra. Il lavoratore diligente immediatamente chiamò la polizia, la quale collegò le armi alla rapina. Su una delle due pistole fu trovato il DNA della compagna di Amsterdam. Il DNA fu abbinato a lei più di un’anno dopo, dalla polizia di Manchester che ne aveva prelevato un campione nel 2009, dopo l’arresto della compagna per un reato minore.

Nessuno dei testimoni è riuscito a dare una minima indicazione sul riconoscimento della compagna, né ha menzionato alcun dettaglio che porterebbe a lei. Hanno inoltre dichiarato che non sarebbero capaci di riconoscere nessuno di quell’incontro.

Oltre a queste testimonianze, la corte ha ascoltato anche quelle di vari poliziotti, arrivati sul luogo alcuni minuti dopo che la dipendente aveva dato l’allarme. Anche da parte loro non c’è stata alcuna significante dichiarazione.

Poi ha preso la parola il signor Kessel, agente di polizia a capo delle indagini, che ha svelato i vari passi delle indagini, nascondendosi dietro alcuni paragrafi di legge per non parlare dei dettagli che rivelerebbero i metodi di polizia o l’indagine in corso contro gli altri sospetti. Poi ha continuato, spronato dal P.M., parlando di vaghi e occasionali legami con altri anarchici.

Questa era l’aggiornamento sul processo fino al 22 novembre 2016. Seguiranno altri.

Con il primo di dicembre tutte le prove saranno presentate in aula.

Il 5 ci saranno le dichiarazioni sia dell’accusa che della difesa.

Il giorno della sentenza dovrebbe essere annunciato il 5.

Solidarietà con la compagna sotto processo


Aachen [Njemačka]: Vijesti sa suđenja protiv anarhistice iz Amsterdama optužene za pljačku banke (22.11.2016.)

Suđenje protiv drugarice iz Amsterdama održava se na Landensgerichtu [županijskom sudu, nap.prev.] u Aachenu, u već najavljenim danima.

Do danas sud je odslušao svjedočenja dvoje zaposlenika prisutnih u banci tog jutra jula 2013. Oboje su opisali pljačku koja se odvila prije nego što banka otvara za klijente, kada su tri osobe ušle u aachensku banku (koja je između ostalog danas zatvorena) dolaskom prvog zaposlenika. Nakon čega su čekali oko 5 minuta, do dolaska drugog zaposlenika, pošto su za otvaranje sefa potrebni oboje. Troje lopova odnijelo je 42.000 euro. Dvoje zaposlenika je zatim opisalo kako su gurnuti u ured banke te zatim svezani kabelskim vezicama iza leđa. Nijedan nije siguran da li je vidio izvlačenje pištolja ili da je bio isti uperen protiv njih, mada su im zaprijetili da će pucati ako ne budu surađivali. Nakon što su svezani, dvoje zaposlenika nije više vidjelo troje neuobičajenih klijenata. Nema svjedoka koji su vidjeli udaljavanje triju osoba. Svezani zaposlenici su oslobođeni dolaskom treće, koja je stigla nekoliko minuta nakon što su ranojutarnji klijenti već bili otišli. Koja je najprije upalila alarm, a zatim odvezala kolege.

Banka je ostala zatvorena tjedan dana nakon pljačke, kako bi forenzičari mogli sve pretražiti. Tjedan dana kasnije banka se vratila u posao. Tog petka, točnije 11 dana nakon pljačke, jedan drugi zaposlenik, dok je tražio neke račune u ormaru, našao se sa zračnim pištoljem u ruci, a onda primjetio još jedan. Marljiv radnik je smjesta nazvao policiju, koja je pretpostavila povezanost između oružja i pljačke. Na jednom od pištolja pronađen je DNK drugarice iz Amsterdama. DNK joj je pripisala nakon više od godinu dana policija iz Manchesterea, koja je bila uzela uzorak 2009., nakon što je drugarica uhapšena zbog manjeg kaznenog djela.

Nijedan od svjedoka nije uspio dati ni najmanju indikaciju o prepoznavanju drugarice, niti je spomenuo ikakav detalj koji bi na nju uputio. K tome, izjavili su i da ne bi bili u stanju prepoznati nikoga iz tog susreta.

Osim tih svjedoka, sud je odslušao i razne policajce koji su stigli u banku nekoliko minuta nakon što je zaposlenica upalila alarm. Ni oni nisu dali nikakav važan iskaz.

Zatim je riječ uzeo gospodin Kessel, policijski službenik koji vodi istragu, i otkrio različite korake istrage, sakrivajući se iza nekih paragrafa zakona kako ne bi ulazio u detalje koji bi mogli otkriti policijske metode ili istragu u toku protiv nekih osumnjičenih. Zatim je nastavio, uz podršku tužitelja, govoreći o neodređenim i slučajnim vezama s drugim anarhistima.

To su bile vijesti sa suđenja do 22. novembra. Uslijedit će druge.

S 1.12. svi će dokazi biti iznijeti u sudnici.

5. će i tužiteljstvo i obrana dati svoje izjave.

Dan presude trebao bi biti objavljen 5. novembra.

Solidarnost s drugaricom suočenom sa suđenjem