b-s-basilea-svizzera-aggiornamento-sulla-repressio-1.jpg

Breve riassunto: 24 giugno si è svolta a Basilea una manifestazione selvaggia. Quattordici persone sono state arrestate per presunta partecipazione, mentre sette persone sono state prese in custodia. Qualche settimana più tardi un’altra persone viene incarcerata. Tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno tutti vengono rilasciati – a condizione di presentarsi alla stazione di polizia una volta alla settimana.

Ma degli otto di Basilea ancora una persona si trova in carcere, anche se sono trascorsi più dei quattro mesi imposti. Qualche settimana fa il detenuto è stato trasferito dal carcere di “Liestal” alla prigione di “Waaghof” a Basilea. Dopo quattro settimane ha potuto appena la scorsa settimana ricevere la prima visita.

Invece del rilascio, come previsto da regolamento, al detenuto sono state notificate altre otto settimane di detenzione, dall’inizio della settimana scorsa. Si ha l’impressione che il magistrato incaricato del caso sta cercando di mantenerlo in carcere fino all’inizio di un eventuale processo. Questo potrebbe avvenire probabilmente anche quest’anno. Perché al P.M. sta diventando sempre più difficile giustificare i prolungamenti della detenzione.

E’ completamente chiaro che questo deve fare da esempio per dimostrare che le forme d’azione della lotta sono severamente punite dalla legge. Ma questo è qui infine secondario.

E nonostante tutto: non lasciamo i detenuti da soli – La nostra solidarietà contro la loro repressione!


Basel [Švicarska]: Vijesti o represiji s kraja oktobra

Kratak sažetak: 24. juna u Baselu se održao divlji prosvjed. Četrnaest osoba je uhapšeno zbog navodnog učestovanja u istom, dok je sedam osoba zadržano u zatvoru. Nekoliko tjedana kasnije još je jedna osoba zatvorena. Između kraja ljeta i početka jeseni svi su otpušteni – uz uvjet da se jednom tjedno javljaju u policijsku stanicu.

Ali osmorice iz Basela još se jedna osoba nalazi u zatvoru, mada su protekla više od četiri nametnuta mjeseca. Prije par tjedana zatvorenik je premješten iz zatvora u Liestalu u zatvor Waaghof u Baselu. Nakon četiri tjedna dozvoljena mu je prva posjeta tek prošlu sedmicu.

Umjesto otpuštanja, kao što to predviđa pravilnik, zatvoreniku je određeno još osam tjedana zatvora, započevši od protekle sedmice. Čini se da istražitelj koji vodi slučaj nastoji zadržati ga u zatvoru sve do početka eventualnog suđenja, do kojeg bi moglo doći vjerojatno u toku godine, pošto tužitelju postaje sve teže opravdavati produženja pritvora.

Sasvim je jasno da to treba predstavljati primjer koji će dokazati da se određeni oblici borbe strogo kažnjavaju zakonom. No, to je ovdje nešto sekundarno.

I unatoč svemu: ne ostavljajmo zatvorenike samima – Naša solidarnost protiv njihove represije!