g-a-germania-azioni-di-solidarieta-con-i-3-arresta-1.jpg

Berlino: Incendiato veicolo della Deutsche Telekom
Inviamo amore e forza a tutte le menti ribelli di questo mondo, i cui messaggi, come quelli da luoghi molto distanti, e che lottano contro l’autorità e il dominio, ci raggiungono come saluti degli amici.

I nostri saluti pure sono pieni di disprezzo verso i porci magistrati, che costantemente cercano di ostacolare il nostro procedere con le minacce e carcerazioni.

Le fiamme erano per voi, i Tre della panchina della parco.

Un breve brivido ha percorso le nostre schiene leggendo le notizie di stampa, dato che ad ogni altro gruppo di attivisti notturni poteva toccare la stessa sorte.

Le asserzioni di aver pianificato attacchi legati al secondo anniversario del vertice G20 ad Amburgo nel 2017, e i relativi arresti sembra stiano divorando le autorità. Ma, la risposta dei protagonisti rimane limitata. Un anno fa minacciavano a gran voce che avrebbero spezzato tutti i piccoli gruppi collegati in Europa responsabili degli scontri violenti. Malgrado la lettura di pesanti sentenze lette nei tribunali, adesso hanno l’impressione di non essersi avvicinati a questo obiettivo, con ben pochi arresti nonostante i loro strumenti tecnologici.

A noi non importa ciò che le autorità pensano di poter giudicare. Dovrebbero forse le categorie di colpevoli o innocenti provocarci null’altro che una risata rassegnata sulla propaganda dello Stato?

Un reato per noi è un atto illegale. Ciò significa un atto che non ti è permesso di fare, e che non dovresti neanche pensarlo, entro i confini di uno Stato. Andare oltre questa logica, rubare alimenti o riempire il serbatoio senza pagare, fa parte della nostra vita quotidiana, è un modo in cui impariamo poco a poco sfuggire questa propaganda.

Quello che facciamo è prendere il dolore per l’arresto dei nostri compagni come un’opportunità per accrescere la consapevolezza delle nostre lotte in corso:

“Eliminiamo tutto quello che ostacola l’utopia rivoluzionaria nell’immondezzaio della storia.” (Amburgo, 7 settembre 2016: Attacco contro COSCO, con fumo, pietre e vernice).

In uno dei primi inviti alla coordinazione militante per l’attacco al vertice G20, la Deutsche Telekom ha trovato posto come protagonista globale della repressione e sfruttamento. Alcuni mesi dopo, nel novembre 2016, questa infamia ha portato alla distruzione di una parte del parco-macchine della Telekom a Berlino.

Ieri, un altro veicolo è stato dato alle fiamme a Berlino.

Per altre azioni dirette contro le normi sociali sessiste, razziste e autoritarie!
I nostri cuori ardenti sorpassano i muri!
Amore e forza ai compagni incarcerati ad Amburgo!

Anarchici

(anarchistsworldwide.noblogs.org)



Brema: Attaccata stazione di polizia
28/07/2019: Domenica notte abbiamo attaccato la stazione degli sbirri a Schwachhausen in Bürgerpark.
Abbiamo distrutto due macchine di polizia e incendiato l’entrata principale con 10 litri di benzina.
I nostri pensieri e i nostri cuori brillano per voi. Inviamo amore e forza.
Fuoco e Fiamme Contro la Repressione

(A)

(anarchistsworldwide.noblogs.org)